Politica Muggia

Emergenza sicurezza a Muggia: botta e risposta centrodestra-Pd

Dopo l'episodio dell'esercente aggredita e narcotizzata in pieno giorno, l'opposizione interpella l'assessore alla Polizia locale, che risponde: «solo strumentalizzazione per avere visibilità»

I consiglieri d'opposizione del Centrodestra segnalano «una vera e propria emergenza sicurezza nel centro storico di Muggia». A dirlo sono: Giulio Ferluga per la Lega Nord, Nicola Delconte per Fratelli d'Italia, e Stefano Norbedo, Giulia Demarchi e Andrea Mariucci per Forza Muggia-Lista Dipiazza.
«Purtroppo bisogna rendersi conto che Muggia non è più l'isola felice che era un tempo; negli ultimi mesi si sono verificati numerosi furti ai danni dei negozianti che operano nel centro, culminati con un gravissimo episodio che ha visto un'esercente aggredita e narcotizzata in pieno giorno da malviventi certamente esperti».

I consiglieri presentano quindi un'interpellanza urgente per conoscere le intenzioni della maggioranza di sinistra: «In particolar modo ci interessava sapere se l'attuale giunta ritenesse opportuno aumentare la presenza della polizia locale nel centro storico, specialmente nelle ore pomeridiane ed invernali, se avesse intenzione d'allertare in termini di prudenza e attenzione i commercianti e i residenti e se intendesse inserire nel bilancio del 2017 l'istallazione di videosorveglianza, che noi consideriamo essere una priorità».

«Riteniamo -prosegue il comunicato- che la risposta della maggioranza, fornitaci durante il consiglio comunale del 30 gennaio 2017, consista in un insieme di buoni propositi, sulla cui concreta attuazione abbiamo però dei seri dubbi; nella suddetta risposta si elencano numerose soluzioni, certamente auspicabili, ma dei tempi e dei modi concreti per la loro attuazione non riscontriamo nemmeno l'ombra. Senza alcun dubbio, intendiamo vigliare nei mesi a venire affinché alle parole seguano i fatti e non intendiamo minimamente abbassare la guardia su un tema così delicato. L'assessore competente ha inoltre asserito, menzionando dei dati senza però riportarli, che non esiste alcuna emergenza sicurezza - concludono - noi pensiamo che i negozianti e gli abitanti di Muggia siano di tutt'altra opinione in merito».

L'assessore alla Polizia Locale del Comune di Muggia risponde a tono: «certi esponenti politici cercano visibilità sulla stampa calpestando e privando di valenza ciò che viene detto in Consiglio Comunale. Curioso ritrovare sull’argomento consiglieri che in seduta di Consiglio si dichiarano soddisfatti, a loro preferisco di gran lunga chi, come la consigliere Tarlao, dichiara subito chiaramente le proprie perplessità se ce ne sono». 

«Il confronto con le Forze dell’Ordine è costante e quotidiano - ricorda ancora Decolle che puntualizza come - il continuare a mettere in dubbio quanto riportato da coloro che si occupano della sicurezza del nostro territorio, impegnandosi quotidianamente a garantire con il proprio lavoro una vita e tranquilla per la città, è imbarazzante da commentare».

Ma secondo Decolle l’intento di chi ora cerca di fomentare la paura della gente non è poi così velato: «Spero solo che non si stia giocando ad alzare i toni in vista del prossimo Carnevale. Su questo non transigo. Chi vuole strumentalizzare politicamente il lavoro che ogni giorno le Forze dell’Ordine mettono in campo, l’impegno con cui si condivide questo dovere nei confronti della nostra città, dovrà risponderne anche a tutti i muggesani che non si risparmiano per dare, attraverso questa manifestazione, lustro alla nostra Muggia».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza sicurezza a Muggia: botta e risposta centrodestra-Pd

TriestePrima è in caricamento