menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Epifania: la Befana Tricolore di Fratelli d’Italia per i bambini italiani in difficoltà

Porro (Fdi): «Voglio ringraziare personalmente di cuore tutti i cittadini che volontariamente hanno donato con ampia sensibilità generi alimentari e giocattoli per chi è in difficoltà»

«Con grande orgoglio e soddisfazione siamo contenti di esser riusciti a riprendere la festa della "Befana tricolore" per i bambini di Trieste, festività a cui noi siamo molto legati per il significato profondo delle nostre tradizioni, di speranza e di amore». Inizia così Salvatore Porro, consigliere comunale di Fratelli d’Italia Trieste. «Voglio ringraziare personalmente di cuore - continua Porro - tutti i cittadini che volontariamente hanno donato con ampia sensibilità generi alimentari e giocattoli per chi è in difficoltà».

«Il cuore dei triestini non ha confini - dichiara Nicole Matteoni, vice segretario provinciale di Fratelli d’Italia -. Siamo davvero contenti che ci sia una tale sensibilità anche per la Befana, nostra tradizione. C’è chi ogni giorno parla e annuncia iniziative e meravigliosi progetti di solidarietà: la differenza tra noi e loro è che noi li concretizziamo realmente. Fratelli d’Italia, uno dei più giovani partiti dell’arco costituzionale, dopo il podio raggiunto nell’indice di produttività legislativa alla Camera dei deputati nell’ultima legislatura, dimostra ancora una volta, a livello locale, straordinarie capacità di risoluzione dei problemi e di vicinanza alle difficoltà degli italiani. Sensibilità necessaria per far crescere la nostra Patria. Iniziative portate avanti dalla direzione di questa segreteria provinciale grazie all’inestimabile aiuto dei militanti del partito»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento