Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Muggia, Mosetti (Fdi) si dimette dal Consiglio Comunale : «Destra incapace di un progetto comune»

Lo rileva in una nota Daniele Mosetti di Fratelli d'Italia

Di fronte alle conseguenze di questa campagana elettorale è difficile esprimersi in termini positivi, per chi come me ha creduto nella possibilità di far cambiar rotta a questa amministrazione pubblica e rimetter Muggia nelle mani di chi avrebbe potuto ridargli una buona amministrazione.
Ed è stato grazie allo snervante lavoro di Laboratorio 2016 che abbiamo compreso l'incapacità al dialogo di alcune forze politiche, rincorrendo i troppi personalismi, in una perdita di tempo fatale.

Si è nuovamente concretizzata quest'incapacità a metter assieme forze politiche, tra l'esplicita volontà di voler colpire il centro-destra dall'interno, da soggetti politici che si professavano tali e da fuori, da chi ha voluto dar dimostrazioni di forza. Il tutto per aver come misera dimostrazione il fatto di ritrovarci tutti su questa sponda dell'aula consigliare, invece di reggerne il governo. Ego smisurati e prove di forza inutili, totalmente privi di una visione d'assieme necessaria, a render efficace la strategia per quella vittoria che almeno un anno fa, sembrava di facile realizzo. E ancora una volta la sinistra ha vinto, non perchè forte e capace, ma perchè ha trovato come rivale un centro-destra frammentato.

Poi la solita campagna elettorale lampo, con una compagnia fatta da vecchi e nuovi amici con cui condivider una battaglia impari, dove il pessimo media locale blocca la pubblicazione della quasi totalità dei nostri comunicati stampa e offre una campagna elettorale ad una sinistra che promuove candidati ancora in carica come assessori.

Siamo stati gli unici a segnalare quella che per noi è stata una violazione alle parità di accesso ai mezzi d'informazione durante la campagna elettorale. Siamo stati gli unici a denunciare l'ambiguo richiamo ai "rimasti", dove più di 500 sloveni e croati iscritti all'Albo degli Italiani Residenti all'Estero, senza aver mai vissuto a Muggia e votando già a casa loro, possono venir a scegliere per noi e per il nostro futuro. Siamo stati gli unici a denunciare i brogli durante le operazioni di voto in casa di riposo al seggio n°7 durante la mattinata del 5 giugno. Di tutto questo, ora aspettiamo risposta dalle autorità competenti,

Abbiamo denunciato, ancora una volta, in campagna elettorale, i lunghi silenzi della sinistra sul tema immigrazione, affermando nuovamente che la sinistra non parla, mentre noi le cose le abbiamo dette. La sinistra non parla, noi le cose le abbiamo fatte.

5 anni di opposizione. La consultazione popolare sull'HUB per gli immigrati, il rispetto dei Patti Bilaterali, il rafforzamento dei controlli sul tratto confinante. Tutte proposte non ascoltate, come del resto le azioni fatte su temi di pubblica utilità, dalla rampa per disabili a Porto San Rocco, ai 4 lunghi anni di richieste per la sistemazione dei parcheggi in Borgo ex Fonderia, il registro per la Bigenitorialità, la sanzione sostitutiva alle multe, la gestione delle cooperative sul parcheggio Caliterna. E tutte le altre campagne nazionali di FdI-AN promosse dentro e fuori da palazzo, le nostre petizioni approdate a Muggia su l'impignorabilità della prima casa, contro le adozioni ai gay, il progetto Scarica tutto, il rimborso per i bonus pensioni.

Le battaglie fatte sulle UTI, sulla viabilità in Borgo San Cristoforo, le frane sulla costa, Pisus, le sale gioco, Casa della Musica, il Monumento agli Esuli, il Rigassificatore, la Biblioteca, le conferenze giustificazioniste in sala Millo per il Giorno del Ricordo. E le iniziative su Casa di Riposo, Consulta Giovani, Consulta dello Sport, il Carnevale, la Traversata Muggesana, le zattere sul Lungomare, le aliquote sugli asili, gli emendamenti a Bilancio su Tari e Tasi, Aquario, il Parco pubblico Rio Ospo, il Molo VII e i rapporti con l'Autorità Portuale per il Terminal RO RO.

Una maggioranza che non ha saputo dialogare con le opposizioni, dandoci semmai colpe nel momento in cui la stessa maggioranza andava sotto di numero.

Ora do le dimissioni da questo Consiglio comunale, per mantener fede alla promessa data al mio gruppo. Le do perchè ho raggiunto l'obiettivo che ci eravamo posti in caso di sconfitta: un consigliere comunale eletto e un Circolo intitolato a "Maria Pasquinelli" per dar continuità al nostro movimento con una struttura operativa sul territorio, assieme ad una squadra caparbia e volonterosa con cui ho avuto l'onore di vivere quest'intensa campagna elettorale.

Un movimento politico è composto principalmente dalla spirito della sua comunità e i nostri sacrifici hanno dato dimostrazione di questo, portando un risultato degno d'esser preso come esempio. Un inaspettato 5,8% per la nostra lista è un traguardo incredibile in un Comune da sempre roccaforte della sinistra, a differenza di Trieste, città di Destra, dove il nostro risulato si arrestato al 4,3%.

L'impegno politico rimane, per quanto consapevole del grande lavoro che c'attende a livello provinciale.

Lascio a Nicola il posto in Consiglio, per dimostrare ancora una volta quanto non conti il singolo, bensì l'Idea per cui esso lotta. Reggiamo una fiaccola e pochi come lui hanno saputo tenerla accesa in quest'ultimo periodo. Pochi come lui si son rivolti a FdI-AN come faro in questa poltica che ormai arranca tra personaggi grotteschi e partiti defunti. Ora che il vento soffia più forte, la fiamma si riavviva e Nicola saprà custodirla ancor meglio di prima.

Siamo la speranza che a Muggia mancava da anni. Distanti dai partiti che nulla hanno saputo costruire a livello territoriale. Responsabili della sfida che c'attende come Destra muggesana, ci riprendiamo i ruoli di quella politica che con coraggio traina lo sdegno che accomuna tantissimi muggesani che non si riconoscono ne nella sinistra, ne negli altri personaggi che cercano invano di spingere avanti la carretta del centro-destra.

Con questo spirito fiero e l'orgoglio di fronte a questo risultato andiamo avanti.

In alto i cuori.

Daniele Mosetti
Consigliere comunale
FRATELLI d'ITALIA - ALLEANZA NAZIONALE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muggia, Mosetti (Fdi) si dimette dal Consiglio Comunale : «Destra incapace di un progetto comune»

TriestePrima è in caricamento