Politica

FdI Trieste presente alla manifestazione "Italia Sovrana" a Roma

Giacomelli: «Trieste è stata in prima fila in questo evento, siamo una delle zone d’Italia più colpite dalle politiche di questo governo. Abbiamo un confine che non viene minimamente vigilato»

Fratelli d’Italia Trieste presente in prima fila a “Italia sovrana in piazza”. Questo il titolo della manifestazione nazionale organizzata da Fratelli d’Italia a Roma lo scorso sabato 28 gennaio per lanciare il progetto di un fronte sovranista italiano. Oltre 15.000 presenze in un corteo che ha sfilato da Piazza della Repubblica a Piazza San Silvestro, dove si è svolto il comizio finale di Giorgia Meloni e di altri leader di centrodestra, da Matteo Salvini a Giovanni Toti.

Gli esponenti di Fratelli d’Italia si definiscono «l’unica forza politica nazionale che promuove da nord a sud un nuovo progetto per il rilancio di una nuova politica basata sull’identità nazionale e sulla difesa degli interessi nazionali, lasciando al passato la dicotomia destra e sinistra, e lanciando un appello ai futuri sovranisti. I sovranisti sono tutti quelli che vogliono mettere al centro della propria proposta gli interessi nazionali, la tutela delle nostre imprese, del made in Italy, la difesa dei confini, la valorizzazione delle nostre tradizioni, l’introduzione della preferenza nazionale nell’accesso ai servizi sociali».

Claudio Giacomelli, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia Trieste, spiega: «Trieste è stata in prima fila in questo evento. La nostra città e la Regione FVG sono tra le zone d’Italia più colpite dalle politiche di questo governo, dalla situazione europea e dalla rinuncia di sovranità Italiana. Abbiamo un confine che non viene minimamente vigilato e dal quale passano indisturbati migranti di ogni tipo, oltre a droga e armi».
Severa l'accusa di Giacomelli al Governo, che «non appare minimamente interessato ai problemi del nord-est e di un’Europa che pare indifferente al fatto che i migranti attraversino indisturbati i Paesi Schengen prima di giungere a Trieste, paesi che dovrebbero occuparsene e non certo farli transitare verso l’Italia. Per non parlare della delocalizzazione delle attività economiche, della concorrenza insostenibile di imprese straniere e dell’invadenza delle stesse in settori specifici già in crisi. Il problema della Sovranità Nazionale - conclude il consigliere comunale - è quindi fondamentale anche per il nostro territorio».

Nicole Matteoni, vice portavoce provinciale aggiunge: «Non si tratta di essere populisti, ma di comprendere che oggi esiste un'unica differenza sostanziale : c’è chi sta con il popolo Italiano e chi con i poteri forti europei e mondialisti. Fratelli d'Italia sta con le aziende italiane che investono nel territorio, con i lavoratori che lottano per far valere i propri diritti, con le famiglie italiane che vogliono vedere i propri figli crescere e metter famiglia in Italia. Fratelli d’Italia sta con i giovani che non sono tutelati, a cui non viene permesso di costruirsi una vita nel proprio paese. Ora vogliamo le elezioni - dichiara infine Matteoni - chiediamo il voto agli italiani per attuare questo importante progetto».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FdI Trieste presente alla manifestazione "Italia Sovrana" a Roma

TriestePrima è in caricamento