Politica

Ferriera, Arpa: «Potenziale danno ambientale a specchio d'acqua»

In prossimità delle acque i livelli di benzene sono oltre 150 volte il limite, quelli degli altri idrocarburi oltre 25 volte i livelli di guardia

«Potenziale danno ambientale», è l'allarme nuovamente lanciato dall'Arpa Fvg sullo specchio d'acqua di fronte alla Ferriera di Servola. Si tratta della zona compresa tra il banco fossile, la banchina e gli impianti di trattamento delle acque reflue dell'altoforno. Lo rivela un servizio di Telequattro: le acque in questione sarebbero contaminate con idrocarburi, catrame, residui di produzione della cokeria, accumulati decine di anni fa e riversatisi in mare.

L'accordo di programma prevede infatti la realizzazione di una barriera (40 milioni di euro a carico dello stato). L'arpa chiede dunque ad Arvedi di procedere con una serie di misure entro sei mesi per murare i materiali. Si parla di un livello di benzene 500 volte superiore al conentito, secondo le analisi dell'ente, e idrocarburi policiclici aromatici di 35 volte oltre la soglia limite. In prossimità delle acque i livelli di benzene sono oltre 150 volte il limite, quelli degli altri idrocarburi oltre 25 volte i livelli di guardia.

Il 17 luglio a Roma, in occasione della conferenza dei servizi su richiesta del Comune, presenzierà anche il gruppo Arvedi, e il clima potrebbe essere molto teso vista anche la diffida della regione per non aver ancora inviato il progetto per la realizzazione dei capannoni, a testimonianza di un immediato cambio di strategia da parte della nuova Giunta regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferriera, Arpa: «Potenziale danno ambientale a specchio d'acqua»

TriestePrima è in caricamento