menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inquinamento acustico Ferriera, Bertoni (M5s): "Fuori dai limiti di legge"

Il consigliere comunale del M5S: "Presenterò una mozione urgente che chiede al sindaco di emettere un'ordinanza sindacale di sospensione delle attività che causano inquinamento acustico"

«Lo scorso 3 ottobre il quotidinao locale ha pubblicato a titoli cubitali alcuni dati raccolti dalla Procura di Trieste relativi all'inquinamento provocato dalle attività della Ferriera di Servola. Dati che suscitano la reazione indignata della consigliera comunale del M5S Cristina Bertoni: «Stando a quello che è stato scritto in relazione all'inquinamento acustico della Ferriera, "gli interventi su estrattori, sbocchi, cappe di aspirazioni e condotte hanno comportato finora un abbattimento di 5 decibel, portando il valore attuale tra i 57 e i 58 dB, laddove il limite notturno è di 50 per le aree abitate e 55 per le zone industriali". In parole povere, i dati pubblicati certificano che la Ferriera di Servola è fuorilegge per quanto riguarda l'inquinamento acustico, e nessuno nel panorama politico triestino e regionale sembra essersene accorto...».

«Questa situazione è paradossale - afferma meravigliata la consigliera pentastellata -. C'è una Procura che raccoglie dati che certificano che la Ferriera è fuori dai limiti di legge per l'inquinamento acustico. C'è un quotidiano diffuso in tutta la città che pubblica questi dati. E c'è un sindaco, sostenuto in questo da una maggioranza di centrodestra, che non fa una piega di fronte a livelli di inquinamento acustico che tutti gli studi certificano essere pericolosi per la salute dei cittadini. Sembrerebbe di essere in una "candid camera", se non ci fosse di mezzo la salute dei cittadini».

«Il M5S sta chiedendo da mesi di fare chiarezza su questa situazione - sottolinea Bertoni -. Abbiamo richiesto i dati della centralina Arpa, che ci hanno dato pochi giorni fa e che certificano la situazione descritta anche dal quotidiano locale; abbiamo chiesto con mozione urgente, nel consiglio comunale di un mese fa, che il sindaco Dipiazza si assumesse le sue responsabilità, in quanto tutore della salute pubblica, e sia la maggioranza che il PD hanno reputato in conferenza dei capigruppo che la questione non fosse urgente. Personalmente - aggiunge la portavoce del M5S - ho anche portato all'attenzione della Commissione Trasparenza, che in questo momento presiedo, una serie di problematiche amministrative relative alle procedure che il Comune deve affrontare in tema di inquinamento acustico, e sia maggioranza che PD hanno fatto mancare il numero legale. A questo punto devo pensare che né il centrodestra, né il centrosinistra vogliano davvero affrontare il problema».

«Ma adesso non si può più nascondere la sabbia sotto il tappeto. Stasera presenterò una mozione urgente che chiede al sindaco di emettere un'ordinanza sindacale di sospensione delle attività che causano inquinamento acustico sulla base dei dati che Arpa ha raccolto del 2018. Vedremo - conclude Cristina Bertoni - se il sindaco Dipiazza troverà di nuovo il modo di confermare il suo fin qui solido primato di parlatore ("Avvierò le pratiche di chiusura dell'area a caldo della Ferriera nei primi cento giorni di governo", diceva in campagna elettorale), oppure se finalmente vorrà tener fede agli impegni assunti in campagna elettorale e tutelare la salute dei cittadini».

Ricordiamo infine che è stato convocato un sopralluogo della Commissione Trasparenza del Comune di Trieste alla stazione fonometrica dell'Arpa a Servola martedì 9 ottobre alle ore 12 con ritrovo al parcheggio di via Pitacco, angolo via San Lorenzo in Selva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

Cura della persona

Scrub fai da te: la ricetta super naturale per labbra perfette

Guida

Ancora sole ma minime fino ai 4 gradi: il meteo per domani 9 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento