menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferriera, Paolo Menis (M5s): «Inaccettabili le minacce di risarcimento danni rivolte al Comune»

Il consigliere comunale del Movimento cinque stelle, Paolo Menis, sulle dichiarazioni espresse da Siderurgica Triestina: «La maggioranza dei cittadini di Trieste che hanno votato sono favorevoli alla chiusura dell'area a caldo della Ferriera di Servola che deve rispettare questa volontà»

Diretto e conciso il consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle, Paolo Menis, all'indirizzo di Siderurgica Triestina e alle dichiarazioni espresse attraverso l'amministratore delegato Antonio Lupoli lo scorso 5 agosto.

Paolo Menis: «Dalle elezioni di giugno è emerso che la maggioranza dei triestini che hanno votato sono favorevoli alla chiusura dell'area a caldo della Ferriera di Servola, Siderurgica triestina deve rispettare questa volontà».

Netto invece il diniego da parte della proprietà della Ferriera, proprio sulla questione dell'Area a caldo che nella risposta alla lettera aperta del sindaco Roberto Dipiazza del 28 luglio scorso aveva risposto dichiarando «l'impossibilità di aderire alla richiesta formulata», il mantenimento dell'area a caldo e minacciando azioni risarcitorie per le passate e future dichiarazioni «per i danni, anche all'immagine, che venissero ingiustamente provocati».

Dunque le conclusioni del consigliere pentastellato Paolo Menis: «Sono quindi inaccettabili le minacce di richiesta di risarcimento danni rivolte all'amministrazione comunale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento