menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferriera, Scoccimarro "esulta" per il sì degli operai: "Svolta storica per Trieste"

L'assessore regionale all'Ambiente ha commentato con queste parole il risultato della tre giorni di voto che ha visto impegnati oltre 500 dipendenti del gruppo Arvedi. "Impegno affinché il rilascio delle autorizzazioni avvenga nei termini più ristretti tra quelli previsti dalla legge"

"Dopo oltre 20 anni stiamo per giungere a una svolta storica per Trieste". A dirlo è l'assessore regionale all'Ambiente Fabio Scoccimarro che ha commentato con queste parole la vittoria del sì al referendum interno sull'accordo sindacale in merito al futuro dell'area a caldo e sul quale erano stati chiamati ad esprimersi gli operai dello stabilimento di Servola.

Scoccimarro ha ricordato l'inizio "nell’estate 2018" e le "diffide da parte della società" arrivate dopo la dichiarata intenzione di chiudere. "Un anno fa, nel marzo 2019 - continua l'assessore - la svolta con un lavoro sotto traccia di circa 6 mesi non più in contrapposizione ma in collaborazione con l’azienda per giungere alla riconversione dell’area a caldo della Ferriera concretizzato con il primo documento ufficiale di questo percorso: la lettera del 28 agosto al cavalier Arvedi nella quale riconoscevo gli investimenti sino allora messi in atto dall’imprenditore, ma al tempo stesso evidenziavo anche come il futuro della città puntasse su una nuova economia ecosostenibile". 

Secondo l'esponente di Fratelli d'italia "i passi successivi prevedevano l’accordo sindacale e il nuovo accordo di programma affinché l’operazione si concludesse a “esuberi zero”. Prendo atto che nell’accordo sindacale la maggioranza dei lavoratori abbia condiviso il piano industriale già presentato agli enti chiamati a sottoscrivere l’accordo di programma". Anche per Scoccimarro, sulla falsa riga di quanto dichiarato dai rappresentanti sindacali, la parola ora passa alle istituzioni che è auspicabile "continuino a lavorare intensamente affinché quest'ultimo atto possa dare il via agli iter autorizzativi ambientali il più celermente possibile". 

Scoccimarro promette quindi "massimo impegno affinché il rilascio delle autorizzazioni avvenga nei termini temporali più ristretti tra quelli previsti dalla legge". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Report Iss, Riccardi: "In Fvg dati da zona gialla"

  • Cronaca

    Draghi approva il nuovo decreto: resta il coprifuoco alle 22

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento