Politica

Ferriera, SEL: «Grossi dubbi sulla chiusura dell'area a caldo»

È quanto riferisce in una nota, Sabrina Morena, Coordinatrice Sinistra Ecologia Libertà Trieste: ««Non è tra gli obiettivi di SEL alimentare la contrapposizione tra i cittadini di Servola e i lavoratori e le loro famiglie»

«Non è tra gli obiettivi di Sinistra Ecologia Libertà alimentare la contrapposizione tra i cittadini di Servola e i lavoratori e le loro famiglie che lavorano nella Ferriera. SEL nei sui nomi unisce il diritto al lavoro, diritto alla salute e all'ambiente pulito, e la libertà dell'impresa. Sinistra Ecologia Libertà vuole unire e non dividere. Rifiutiamo le accuse di aver strumentalizzato la questione Servola». È quanto riferisce in una nota, Sabrina Morena,  Coordinatrice Sinistra Ecologia Libertà Trieste 

«Noi abbiamo cercato di farci portavoce - continua Morena -  di quella parte della città a cui è stato sempre promesso molto e mantenuto poco, e che sono esasperati dalle condizioni ambientali in cui vivono. Il consiglio comunale all'unanimità ha dato prova di voler ascoltare le istanze di questa parte della cittadinanza. Ma poiché compito della politica è quello di mettere d'accordo gli interessi contrapposti chiediamo che ci sia da parte del Sindaco e delle forze di maggioranza con cui governiamo l'apertura di un tavolo di concertazione e di controllo in modo da dare alle popolazioni la sicurezza che se si superano certi livelli di inquinamento l'aerea a caldo venga chiusa progressivamente in accordo con la proprietà, e al contempo vengano garantiti tutti i posti di lavoro».Sabrina Morena Facebook-2

«Al Cavalier Arvedi - sottolinea la Coordinatrice -  mi sento di dire che per fortuna ha voluto investire in città, ma che purtroppo arriva in una situazione che per lunghi anni non è stata affrontata seriamente. Se ci sono state delle parole grosse da parte di alcuni esponenti di SEL, sono state dettate da improvvida focosità, ma da parte del nostro partito c'è il totale appoggio al Piano Arvedi. Solleviamo unicamente dubbi e perplessità su uno solo dei punti dell'accordo di programma rispetto all' eventuale chiusura dell'area a caldo, area che risulta maggiormente inquinante». 

«Inoltre come noi rifiutiamo - continua la nota -  l'accusa di voler strumentalizzare la vicenda Ferriera, chiediamo di non essere strumentalizzati per metterci all'angolo assimilandoci al Movimento 5 stelle che chiede invece la chiusura immediata dell'area a caldo». 

«Il posto di Sinistra Ecologia Libertà - conclude Sabrina Morena - sta nella maggioranza del centrosinistra che governa la città e rivendica lo stesso piano Arvedi per il fatto che nel programma elettorale SEL ha sempre parlato di riconversione e ora stiamo andando in questa direzione positiva».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferriera, SEL: «Grossi dubbi sulla chiusura dell'area a caldo»

TriestePrima è in caricamento