Politica

Finanziaria, Furlan (Cisl) a Trieste: "Situazione negativa, serve un progetto paese"

La segretaria generale Cisl durante il consiglio del sindacato in Friuli Venezia Giulia: "Spread lo pagano famiglie e imprese"

Annamaria Furlan

"Serve un 'progetto Paese' e questa legge finanziaria non lo contiene". Così la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan in occasione del consiglio del sindacato in Friuli Venezia Giulia, ieri, 21 novembre, a Trieste: "I dati di questi ultimi mesi sono negativi, si sta fermando la crescita con gli indicatori che parlano di una riduzione della produzione industriale, sta calando inoltre l'attenzione degli investitori e in particolare quelli stranieri, basta vedere il risultato delle aste dei Bot e dei Titoli primari".

Denuncia Cisl Fvg: sfrattate 970 persone 

"Lo spread sta continuando a crescere di molto - ha aggiunto - e lo pagano le famiglie e le imprese visto che si alzano gli interessi sui mutui. L'isolamento del paese nell'ambito europeo non va nella direzione giusta perché serve sviluppo. Per questo abbiamo predisposto una piattaforma unitaria con Cgil e Uil che punta a fare delle proposte. Rilevo che il Governo e il Presidente del Consiglio non hanno ancora ritenuto di convocare i sindacati e le parti datoriali, noi in ogni caso andiamo avanti". Lo riporta Ansa Fvg.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanziaria, Furlan (Cisl) a Trieste: "Situazione negativa, serve un progetto paese"

TriestePrima è in caricamento