Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

Foibe, Mattarella nomina commendatore il 97enne Giuseppe Comand, l'ultimo testimone

In un'intervista su "Avvenire", l'uomo ha raccontato che, dopo l'armistizio del 1943, gli si era presentata la possibilità di disertare e scappare, occasione rifiutata per non commettere alto tradimento verso i suoi compagni

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito l'onorificenza di commendatore al merito della Repubblica, a Giuseppe Comand, 97 anni, l'ultimo testimone oculare - da Vigile del fuoco ausiliario - al recupero dei corpi degli italiani infoibati.

Comand aveva 23 anni quando, dopo l’Armistizio dell’8 settembre 1943, l’improvviso cambio di fronte nelle regioni giuliane ha visto i cittadini italiani tra due fuochi, i partigiani comunisti di Tito da una parte, gli ex alleati nazisti dall’altra. Giuseppe ricorda ancora i compagni Vigili del Fuoco di stanza a Pola, nell'atto di calarsi all'interno della foiba per centinaia di metri con due corde e un'altalena per recuperare enormi quantità di cadaveri.

In un'intervista su "Avvenire", Comand ha raccontato che, in quel drammatico giorno, gli si era presentata la possibilità di disertare e scappare, occasione rifiutata per non commettere alto tradimento verso i suoi compagni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foibe, Mattarella nomina commendatore il 97enne Giuseppe Comand, l'ultimo testimone

TriestePrima è in caricamento