Politica

Gioco del rispetto, incontro alla "Cuccioli": «Grave non aver fatto entrare i giornalisti»

È quanto affermano in una nota i consiglieri circoscrizionali di Forza Italia Alberto Polacco e Roberto Dubs: Solidarietà ai giornalisti che si sono visti precluso il proprio diritto di cronaca ovvero di raccontare i fatti»

«Apprendiamo la notizia che, in concomitanza dell'incontro alla scuola “Cuccioli”, sia stata chiamata la polizia per presidiare l'ingresso della struttura e si sia interdetto l'accesso ai giornalisti in occasione di un incontro su un tema che è di interesse cittadino». È quanto affermano in una nota i consiglieri circoscrizionali di Forza Italia Alberto Polacco e Roberto Dubs.

«Riteniamo offensivo - continua la nota -  nei confronti di chi ha legittimamente portato avanti la protesta che si sia addirittura chiamata la Digos all'ingresso della scuola; a riguardo non possiamo che suggerire al Sindaco di tranquillizzarsi perché notoriamente le Forze di Polizia vengono chiamate in occasioni di iniziative portate avanti da militanti di aree politiche vicino alla sua, subendo in molte occasioni le più vili provocazione ed aggressioni».

«Solidarietà - concludono i consiglieri - , infine, ai giornalisti che si sono visti precluso il proprio diritto di cronaca ovvero di raccontare i fatti su questioni che riguardano l'interesse pubblico cittadino; ma non doveva essere questa l'Amministrazione del dialogo ?. La risposta si lascia dare da sola».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioco del rispetto, incontro alla "Cuccioli": «Grave non aver fatto entrare i giornalisti»

TriestePrima è in caricamento