Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Gioco del rispetto, Roberti (LN): «Un’indecenza di cui è responsabile la Giunta comunale»

Nuovo attacco del segretario provinciale della Lega Nord e candidato sindaco Pierpaolo Roberti sul discusso tema del gioco del rispetto

Dure esternazioni del segretario provinciale della Lega Nord Pierpaolo Roberti all'indirizzo dell''Assessore all'Educazione, Scuola e Università e Ricerca del Comune di Trieste Antonella Grim.

 «Nonostante le dure critiche mosse da genitori, studiosi e psicologi - esordisce Roberti - l’assessore Grim non si tira indietro e decide di insistere con quella sciagurata proposta che risponde al nome di “gioco del rispetto”, segnatamente attraverso un modulo di autorizzazione in cui le famiglie non hanno la possibilità di esprimere apertamente il loro
dissenso dall’iniziativa

«Come se i problemi della scuola dell’infanzia fossero legati alle questioni di genere e alle presunte intolleranze che potrebbero germogliare nei cuoricini di bimbi e bimbe di 3 anni, la Giunta comunale si dimentica che la priorità andrebbe assegnata a tutte le richieste rimaste inevase, alle precarie escluse dal programma di stabilizzazioni, al materiale didattico carente e a orari spesso incompatibili con le esigenze dei genitori

«Tutto ciò per dare un contentino, in soldi pubblici si intende, alla curatrice del progetto che, guarda caso!, è una copywriter che ha preso parte alla campagna elettorale del sindaco uscente.» 

«Un’indecenza –conclude Roberti- che speriamo non provochi troppi danni di qui al 2016, quando finalmente il sindaco e i suoi accoliti leveranno il disturbo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioco del rispetto, Roberti (LN): «Un’indecenza di cui è responsabile la Giunta comunale»

TriestePrima è in caricamento