Politica Barcola - Gretta

Giorgi, mozione per manutenzione straordinaria pista ciclabile di Barcola

«A tratti il manto stradale della "pista" presenta buchi ed interruzioni, così come risultano essere molto pericolosi rami e siepi che spuntano dalle aree verdi a volte poco curate, alcune di proprietà di terzi»

«Chiamarla Pista Ciclabile è forse un eufemismo, visto che alla fine si tratta di una semplice linea gialla su un marciapiede, però quel "tragitto" che permette ai ciclisti di percorrere gran parte di viale Miramare lontano dalle automobili è indubbiamente molto utile per la sicurezza; non solo dei ciclisti stessi». È quanto afferma in una nota Lorenzo Giorgi, consigliere comunale di Forza Italia/PdL.

«Ma questa benedetta pista ciclabile di Barcola - prosegue Giorgi - è spesso snobbata dagli amanti delle due ruote, che a quel punto si mescolano al traffico automobilistico di quel tratto di strada spesso pericoloso e teatro di incidenti legati alla troppa velocità, a causa della pessima manutenzione dello spazio a loro dedicato. Interruzioni, buche, sassi, rami pericolanti e verde che si "mangia" letteralmente la pista trasformano spesso il percorso di viale Miramare in un nostrano Camel Adventure, obbligando di fatto le due ruote a rituffarsi in mezzo al traffico in entrata ed uscita dalla città».

«Per questo ho voluto presentare una mozione - conclude Giorgi - affiché il Sindaco intervenga subito per porre in opera quegli accorgimenti (e non credo si parli di cifre impossibili) per rendere nuovamente agevole la percorrenza della pista, aumentando parallelamente la sicurezza anche sul tratto stradale».

Ecco la mozione

IL CONSIGLIO COMUNALE
Verificato che esiste da anni un tratto di marciapiede adibito a pista ciclabile, in viale Miramare, regolamentato da segnaletica verticale ed orizzontale;

Appreso che tale tracciato parte difronte al civico n. 11 (altezza Stazione Centrale) sul lato a mare di viale Miramare per passare a quello a monte in prossimità del Cavalcavia di Barcola, interrompendosi all'incorcio con via Boveto per riprendere all'altezza del cosiddetto bagno "Cedas" (alla fine della Pineta di Barcola) e terminare in prossimità del Bivio di Miramare;

Considerato che la pista viene utilizzata con costanza dai ciclisti, nonostante la precarietà della stessa, che possono così percorrere in maggior sicurezza quel tratto trafficato di strada, senza dover impegnare le corsie dove scorrono gli autoveicoli;

Appurato che proprio per la particolarità della zona, e la sicurezza di ciclisti ed automobilisti, andrebbe valorizzato e promosso l'uso di tale pista

Constatato che a tratti il manto stradale della "pista" (in particolar modo nei tratti a monte) presenta buchi ed interruzioni, così come risultano essere molto pericolosi rami e siepi che spuntano dalle aree verdi a volte poco curate, alcune di proprietà di terzi (enti/privati);

IMPEGNA IL SINDACO

a prevedere una manutenzione straordinaria della "pista ciclabile":

a livello di riasfaltatura, ove necessario, eliminando altresì le varie interruzioni della pista sulla manutenzione del verde circostante (intimando ad eventuali terzi interessati di sanare le eventuali situazioni di pericolo) al fine di garantire una maggior sicurezza alla circolazione delle bici in quei tratti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorgi, mozione per manutenzione straordinaria pista ciclabile di Barcola
TriestePrima è in caricamento