Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

gorizia si ribella alla serracchiani

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Leggo sul nostro quotidiano di sabato 12 luglio la pesante contestazione cui è stata sottoposta la presidente della regione Serracchiani, dalle donne e dai cittadini tutti di Gorizia, per la paventata chiusura del locale centro nascita.

Il fatto che ha dovuto essere difesa dalle forze dell'ordine e uscire alla spicciolata dal retro del municipio la dice lunga sull'esasperazione della gente..

Risparmiare sulla sanità, intesa come servizi ai cittadini, oppure sulla scuola, equivale abbattere il wellfare nei suoi punti essenziali; significa avvicinarsi alla completa rottura delle istituzioni con gli elettori, e andare incontro al disordine sociale.

Se poi questi servizi da sopprimere, e non si sa quanto si risparmierebbe, coinvolgono addirittura l'aspirazione alla maternità o l'assistenza all'infanzia significa entrare nella barbarie.

Il tutto in una regione che ha il più basso tasso di natalità d'Italia, che a sua volta ha il più basso d'Europa!

Sono questi gli investimenti pubblici prioritari, tanto conclamati da Renzi, che della scuola e dei bambini ha fatto il suo cavallo di battaglia?

Sono questi i provvedimenti con i quali si intende far progredire la regione Friuli-Venezia Giulia?

A tal proposito, sanno i soloni regionali che il tasso di natalità deve essere almeno uguale a due per poter sperare in un reale sviluppo economico nel medio periodo e che quindi la politica demografica è prioritaria su tutto?

In conclusione si vuol dare un ulteriore colpo, per ora sul piano psicologico, all'economia dell'isontino.

E' l'ennesima prova che "il fare presto"è l'attuale improvvido imperativo categorico del PD..

Le province, il senato, la legge elettorale sono l'antipasto, a cui la gente comune sembra poter fare a meno, anche se incomincia a storcere il naso..

Ora però si sta passando al pane e al vino..e la mobilitazione è d'obbligo!

Gianfranco Orel,

Segretario della federazione di Trieste del PSI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

gorizia si ribella alla serracchiani

TriestePrima è in caricamento