menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regionali: Federico Grim è il primo assessore del Movimento 5 Stelle

Il biologo, dal 2011 rappresentante dell’Ordine dei Biologi presso la “Consulta delle professioni” della Regione Friuli Venezia Giulia, sarà chiamato a guidare l'Assessorato all'Ambiente

Presentato ieri a Trieste il primo assessore della giunta regionale a 5 stelle.
Si tratta del biologo Federico Grim, dal 2011 rappresentante dell’Ordine dei Biologi presso la “Consulta delle professioni” della Regione Friuli Venezia Giulia, che - in caso di vittoria alle Regionali - sarà chiamato a guidare l'Assessorato all'Ambiente. Sfida in casa quindi per il fratello di Antonella Grim, ex assessore e segretaria regionale del Partito Democratico, anch'essa candidata alle regionali.
Qui il video della presentazione https://www.facebook.com/M5SFriuliVeneziaGiulia/videos/1850094871722199/
Di seguito il curriculum breve di Federico Grim.
Nato a Trieste, il 22 marzo 1960, residente a Muggia (TS) in via Colarich n° 56, coniugato
Istruzione e formazione
laurea in SCIENZE BIOLOGICHE (ante D.M. n. 509/1999) ottenuta presso l’Università di Trieste, con una Laurea in Scienze Biologiche, indirizzo ecologico-marino. Esame di stato ed iscrizione all’Ordine dei Biologi (n° 51871) 
Attività lavorativa:
Esercita la libera professione in forma singola (P.I.V.A. 00600980320),
in forma associata: Studio Associato Dalla Pozza Ceretti Grim (P.I.V.A. 01183760329)
è Amministratore Unico dell’Istituto di Ricerca ecoscreen S.C. a r.l. (P.I.V.A. 01018280329)
Ambiti di lavoro e studio
Biologia marina in ambiti lagunari e costieri. 
Inquinamento industriale e contaminazione delle acque. 
Consulenze e ricerche in campo ambientale e sanitario per contaminazione da diossine, furani, IPA, PCB ed altri POP’s. 
Cariche elettive e di rappresentanza:
Dal 2011 è il rappresentante dell’Ordine dei Biologi presso la “Consulta delle professioni” della Regione Friuli Venezia Giulia (DPReg. FVG. 2011-11)
attività in fieri:
(con ecoscreen, da gennaio 2018) a seguito di contratto con la Associazione di promozione sociale ”Aria Pulita Spilimbergo”, svolge attività di rilevamento di inquinanti organici persistenti (POPs) attraverso l’uso di biomarkers alimentari
(con ecoscreen, da luglio 2017) secondo contratto con il Comitato Popolare “Lasciateci Respirare” di Monselice (PD), svolge attività di rilevamento di inquinanti organici persistenti (POPs) attraverso l’uso di biomarkers alimentari
(con ecoscreen, da agosto 2017) a seguito di contratto con ICRmare, è collaboratore di progetto nell’ambito del “FEAMP (Fondo Europeo per gli affari marittimi e la pesca)-PRNDA 2014-2016, Sezione ricerca sulla pesca del tonno in mediterraneo”
 (con ecoscreen, da agosto 2016) secondo contratto con CREA-Centro di Politiche e Bioeconomia di Roma, è responsabile di progetto nell’ambito del progetto “FEAMP (Fondo Europeo per gli affari marittimi e la pesca)-PRNDA 2014-2016, Sezione raccolta dati economici”
(come libero professionista, da maggio 2016) secondo contratto con il Gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle presso il Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia, svolge attività di consulenza nell’ambito di un progetto per il rilevamento dei POP’s (Inquinanti Organici Persistenti – diossine, furani e policlorobifenili) nell’area del Maniaghese (PN)
(con ecoscreen, da luglio 2015) secondo contratto con UNIMAR Roma, è soggetto esecutore nell’ambito del programma nazionale 2014-2016 di cui al Reg.to 199/2008 del MIPAAF, riguardante la verifica delle impostazioni statistiche di rilevamento, controllo e revisione dei dati economici per il settore acquacoltura
(con ecoscreen) secondo contratto con A.GE.I. di Roma, nell’ambito dell’esecuzione del progetto “Identificazione di misure per una migliore gestione e conservazione della risorsa vongola verace nel Lago di Varano (FG)
Recenti attività professionali per soggetti privati:
Da gen 2013 è CTP in un procedimento per contaminazione da IPA-Idrocarburi Policiclici Aromatici in un’area urbana presso Adria (Rovigo)
Da dic 2009 a dic 2012 per conto di ALNG-Adriatic Liquified Natural Gas-e consociate Shelter srl ed ERM Italia SpA ha svolto attività di Consulente Ambientale riguardo le emissioni e le problematiche collegate all’uso della piattaforma di Rigassificazione posta al largo di Porto Tolle 
Da dicembre 2007 al 2012 è CTP- Consulente Tecnico di Parte per Ineos Vinyls Italia Spa nel terzo grado (civile) del processo “Petrolchimico”  (Provincia di Venezia vs. Syndial-Ineos-Enichem-Ambiente, R.G.7886/02 - 38588-00018) 
Da maggio 2006 a dicembre 2007 è stato CTP- Consulente Tecnico di Parte in alcuni procedimenti penali riguardanti reati per emissioni di sostanze inquinanti in aree “ex-Enichem” del Veneto e della Sardegna (Trib. Sassari, Sez. Penale, R.G.N.R. 2946/05), con uso dei biomarkers 
Recenti attività professionali per soggetti pubblici:
Da giu 2014 a dic 2015 è stato CTU in un procedimento penale per danneggiamento ambientale di bene pubblico presso il Tribunale di Venezia
Nel gennaio 2010 è stato nominato CTU- Consulente Tecnico di Ufficio dal Tribunale di Venezia – Sezione Civile in alcune cause di carattere ambientale (sversamento di sostanze chimiche in mare, sversamento di prodotti petroliferi in mare, sversamento di sostanze chimiche in terra, in reflui ed in atmosfera) 
Da luglio 2010, attraverso lo Studio Associato Dalla Pozza Ceretti Grim, è impegnato in un progetto di ricerca ambientale riguardante lo Stagno di Cabras, gli ambienti lagunari dell’oristanese ed il Parco del Sinis, commissionato dalla Provincia di Oristano 
Nel gennaio 2005 ha partecipato alla stesura del PDPS-Programma di Potenziamento Servola, ovvero al progetto di potenziamento del Depuratore dei reflui della città di Trieste, che si trova in un’area prospiciente al mare, nel rione di Servola.
Altre precedenti attività professionali in campo ambientale
Da giugno 2007 a luglio 2008 è stato l’unico Consulente Tecnico di Parte di uno staff di 19 avvocati presso la sezione Distaccata del Tribunale Penale di Venezia nell’ambito di 382 procedimenti penali (Decreti Penali di Condanna) per inquinamento dei fondali lagunari causato da attività di pesca abusiva
Nel 2007 è stato consulente tecnico per i processi di rinnovamento del Laboratorio Chimico Merceologico della Camera di Commercio, Industria ed Artigianato di Trieste 
Nel dicembre 2004 si è impegnato, con il Gruppo di ricerca in Chimica Analitica ed Ambientale, Università degli Studi di Trieste, Dipartimento di Scienze Chimiche, nelle Indagini sulla sicurezza alimentare dei prodotti ittici e della maricoltura della Regione Friuli-Venezia Giulia: Studio su inquinanti organici persistenti, bioaccumulabili e tossici. 
Da maggio 2003 è intervenuto quale perito di parte (CTP) in procedimenti penali riguardanti reati in materia di inquinamento da “diossine” presso la Corte Penale del Tribunale di Venezia.
Nel dicembre 2002 è stato incaricato per l’organizzazione e la docenza di un corso teorico pratico rivolto agli operatori delle A.U.L.S.S. della Regione Veneto che debbano svolgere operazioni di monitoraggio ambientale nelle lagune venete.
Nell’ottobre 2002 viene incaricato dalla Regione Veneto per lo studio dei livelli di contaminazione da PCDD/PCDF, PCB ed IPA in banchi di Tapes philippinarum e nei sedimenti che li ospitano nella Laguna Veneta, nella Laguna di Caorle, nelle Sacche di Caleri e Scardovari.
Nel 2000 partecipa al tavolo tecnico dell’Istituto Superiore di Sanità (Prof. Di Domenico) per la determinazione dei livelli massimi di PCDD/PCDF, PCB ed IPA in biota destinato all’alimentazione umana.
Da aprile 2000 a giugno 2002 per l’AULSS 12 Veneziana ed in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità svolge attività di ricerca sullo “Studio sulla cinetica di escrezione di PCDD/PCDF, PCB ed IPA ed altri microelementi in esemplari di Tapes sp. e determinazione dei livelli xenobiotici in semi trasportati in aree a basso livello di contaminazione”.
Dal marzo 2000 è incaricato dall’AULSS 10 Veneto Orientale per l’attività di consulenza nel “controllo sanitario dei molluschi vivi nella Laguna di Caorle”.
Dal ‘93 al ‘96 nell’ambito di una collaborazione tra ULSS 11 di Venezia ed Assessorato all’Ambiente della Regione Sardegna svolge attività di coordinamento e ricerca sul degrado ambientale degli ambienti lagunari della Provincia di Cagliari.
Dal ‘94 al ‘96, in collaborazione con l’Università di Cagliari, la ricerca si è estesa agli stagni costieri ed alle lagune della Provincia di Oristano.
Dal ‘91 al ‘97 lavora con il Dip. di Biologia di Trieste, l’ENEA (poi ANPA) di Roma per le ricerche di radionuclidi nelle Lagune di Marano e Grado (Regione Friuli-Venezia Giulia).
Dal ‘90 al ‘96 partecipa alla ricerca sulla presenza di Mercurio ed altri metalli pesanti nelle acque della Regione Friuli-Venezia Giulia, in collaborazione con i Dip. di Geologia e di Biologia di Trieste ed il Dip. di Biologia Ambientale di Siena.
Nell’89 lavora per la “TECNOBIOS” di Bologna e per la S.A.S. “SHYLOCK” di Venezia nell’ambito del problema della gestione ambientale delle Casse di Colmata Lagunari a Sud Ovest di Marghera.
Nell’84, ‘85 ed ‘86 compie ricerche sulle discariche di fanghi rossi bauxitici e gessi di lavorazione al largo della Laguna di Venezia per conto delle S.p.A. AUSIDET, FERTIMONT e MONTEFLUOS di Milano.
Altre attività (formazione, congressi,…)
A febbraio e marzo 2016 ha partecipato al corso “Ambiente e azienda: una combinazione possibile. Le Autorizzazioni Ambientali VIA - VAS - AIA - AUA: Normative - Impatti – Soluzioni” organizzato da Confindustria FVG, Ronchi dei Legionari.
Nel febbraio 2016 ha partecipato al corso “Modelling mixing and transport in lakes, harbors and estuaries” presso l’ Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics (ICTP) a Trieste.
Nel novembre 2013 partecipa al corso “Sistemi di monitoraggio diffuso per la rilevazione di parametri chimico-fisici ed ambientali” tenutosi a Monfalcone (GO), organizzato da IALFVG.
Nel giugno 2013 partecipa come relatore al Convegno “Dal carbone alle rinnovabili: un passaggio obbligato verso la salute” organizzato dal Comune di Monfalcone.
Nel maggio 2012 partecipa come relatore alla Conferenza “COME STA TRIESTE? Prima Conferenza sulla salute della città. Ambiente, abitudini di vita, prevenzione. Realtà e prospettive” con una relazione su “Il Problema dell’importazione dei rifiuti a Trieste e del monitoraggio del particolato ultrafine da combustioni”
Nel settembre 2011 partecipa come relatore al Convegno “Verso il piano energetico regionale: il ruolo della bioenergia” organizzato dalla Regione del Veneto a Vicenza.
Nel maggio 2011 partecipa al convegno internazionale “Research and commitment to prevention” organizzato a Venezia dall’Ente Bilaterale Turismo, Comune di Venezia, ISSA, AUSSL 12 Veneziana
Ha partecipato nel gennaio 2005 al corso “La nuova legislazione comunitaria in materia di igiene degli alimenti e la filiera della pesca: un vero cambiamento?” del S.S.N., A.S.S.n°1 “Triestina”.
Nel 2001 ha tenuto un seminario sugli ambienti lagunari presso il Corso di Conservazione della Natura e delle sue Risorse dell’Università degli Studi di Trieste.
Ha partecipato come docente a diversi corsi di formazione professionale in temi ambientali svoltisi a Trieste, Padova, Rovigo, Reggio Emilia, Bologna e Teramo.
Nell’ambito delle ricerche svolte attraverso l’istituto “ecoscreen” svolge attività di informazione, attraverso conferenze ed interventi pubblici, sulle problematiche ambientali, della corretta alimentazione e nutrizionali in genere.
Pubblicazioni (estratto: internazionali, a carattere ambientale):
MINIERO R., G. CERETTI , E. CHERIN, F. GRIM, G. ZIEMACK, 2002 – Levels of polychlorinated dibenzodioxins, dibenzofurans, other POPs, and some heavy metals in sediments and clams from three sections of the Venice Lagoon proposed for mollusk cultivation. ISWA 2002, 1895-1902.
Miniero R., Ceretti G., Cherin E., De Felip E., Dellatte E., De Luca S., Ferri F., Fulgenzi A.R., Iacovella N., Grim F., Ziemacki G., di Domenico A., 2002 - Levels of polychlorinated dibenzodioxins, dibenzofurans, other POPs, and some heavy metals in aquatic systems proposed for mollusk cultivation. In: Kocasoy G, Atabarut T, Nuhoglu I, ed. Appropriate environmental and solid waste management and technologies for developing countries. Vol 3. Istanbul: Bogaziçi Üniversity Press; 2002. p. 767-774. 
MINIERO R., G. CERETTI, E. CHERIN, E. DELLATTE, S. DE LUCA, F. FERRI, A.R. FULGENZI, F. GRIM, N. IACOVELLA, A.M. INGELINDO, A. DI DOMENICO, 2003 – PCDD and PCDF intake through shellfish consumption in the Venice lagoon: Elements for risk assessment.  First International Symposium on Recent Advances in Food Analysis, Prague (Czech Republic), November 5-7 2003.
MINIERO R., G. CERETTI, E.CHERIN, E. DELLATTE, S. DE LUCA, F. FERRI, A.R. FULGENZI, F. GRIM, N. IACOVELLA, A. DI DOMENICO, 2003 – Correlation between PCDD and PCDF levels in sediment and clams (Tapes sp.) in the Venice lagoon. Organohalogen Compounds 62,  144-147. 
Miniero R., Ceretti G., Cherin E., Dellatte E., De Luca S., Ferri F., Fochi I., Grim F., Iacovella N., Ingelido A.M., Vio P., di Domenico A., 2004 –  Quantitative data analysis of chemical contamination in the Venice lagoon: a risk management perspective. Organohalogen Compounds. Vol. 66, 3424–3428.
GRIM F., M. MARTINIS, S. KUTIN, B. SPALLACCI, M. DOZ, G. BARBIERI, 2005 – Ecological and trophic characteristics of Squilla mantis (Crustacea, Stomatopoda) related with ist use as a biomarker on phanerogam prairies, sand, debris, mud and industrial areas. One year of study in the Muggia Bay (Gulf of Trieste, Italy). CroWat final conference “Biomarkers, risk and environmental assessment”, Norvegian Institut for Water Research, Cavtat (Croatia), April 6-10 2005. 
MINIERO R., G. CERETTI, E. CHERIN, E. DELLATTE, S. DE LUCA, F. FERRI, A.R. FULGENZI, F. GRIM, N. IACOVELLA, A.L. IAMICELI, A.M. INGELIDO, P. VIO, A. DI DOMENICO, 2005 - PCDD and PCDF intake through consumption of locally produced seafood by Venice lagoon residents: elements for risk management. Mar Pollut Bull 2005;50:1727-32. 
MINIERO R., G. CERETTI, E. CHERIN, E. DELLATTE, S. DE LUCA, F. FERRI, I. FOCHI, A.R. FULGENZI, F. GRIM, N. IACOVELLA, A.M. INGELIDO, P. VIO, A. DI DOMENICO, 2006 - Persistent and toxic substances in the Venice lagoon biota: an approach for quantitative data analysis for risk management. ANN. IST. SUPER. SANITÀ 2006, VOL. 42, NO. 4, Section II, Research and methodologies, 453-460 
FRALEONI GRIM-2
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento