menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grim replica a Salvini: «Formula buona dappertutto: paura e localismo, ritorno al passato e chiusure»

La segretaria Pd risponde al leader leghista e al sindaco di Trieste che avevano dichiarato: «il primo obiettivo è mandare via Serracchiani»

«Per la Lega Nord e Salvini c'è solo una formula buona dappertutto: paura e localismo, ritorno al passato e chiusure. Come fa l'amministrazione del sindaco Dipiazza, irriconoscibile rispetto alle prime versioni, per quanto sovrastante è la trazione leghista».‎

La segretaria regionale del Pd Antonella Grim replica al leader del Carroccio e al sindaco di Trieste che sabato sera, alla festa della Lega Nord, avevano dichiarato che «il primo obiettivo è mandare via Serracchiani»: «Con il governo di Serracchiani e del centro sinistra questa regione è tornata ad avere un ruolo nelle scelte nazionali: il porto di Trieste assieme ai soli Gioia Tauro e Genova vede riconosciuta dal Governo la sua funzione strategica per il Paese, la riqualificazione del Porto vecchio inserita tra i progetti finanziati dal Mibact‎, collegamenti ferroviari più veloci con Venezia e Milano, risorse per la terza corsia della A4. Questi sono fatti, non chiacchiere da bar alla Salvini».

«La specialità regionale, sventolata come spauracchio dalla Lega, mai è stata utilizzata al meglio, mettendo in sicurezza il sistema sanitario e modernizzando gli Enti locali - continua la segretaria Fvg -. Con il territorio di Trieste, dove nasce la prima Unione territoriale della Regione a far da apripista. Abbiamo ritrovato una centralità internazionale, e con la cura delle riforme in ambito economico stiamo uscendo dal buio della crisi. Il centrosinistra non è affatto finito, anzi sta portando a casa risultati concreti, che misureremo nel 2018».

«Oggi però mi appello a coloro che credettero al progetto di un centro destra tollerante e liberale - conclude Grim -. Non subiscano inerti il prevalere della demagogia e la macchina della paura che questa Lega sta mettendo in funzione perché c'è rischio che il gioco sfugga di mano, e le derive alla Le Pen o alla Orban sono dietro l'angolo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ristrutturare

Superbonus 110%: i lavori necessari per richiedere l'incentivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento