Politica

Sanità, Stabile (Fi): «La giunta Pd ha zittito i professionisti per cinque anni»

«Le candidature dei professionisti nelle liste del centrodestra testimoniano la volontà di contrapporsi a una politica che ha cercato di nascondere e soffocare ogni critica, zittendo e censurando»

«Il fatto che Bolzonello e Telesca accusino il vicepresidente Riccardi di zittire e censurare appare per lo meno singolare a chi è stato negli ultimi anni dipendente o dirigente del Servizio sanitario regionale». Lo ha dichiarato la neosenatrice di Forza Italia Laura Stabile.

«I regolamenti interni delle aziende sanitarie del Friuli Venezia Giulia pongono il divieto assoluto a tutti i dipendenti, tranne ai rappresentanti sindacali, ad avere rapporti con i media in merito alle attività istituzionali, a meno che siano stati espressamente autorizzati dall’azienda. Telesca sembra porsi solo adesso il problema del diritto, quale libera cittadina, a esprimere le proprie opinioni, mentre prima, quale assessore, aveva invocato procedimenti disciplinari nei confronti dei dipendenti che avevano osato esprimere pubblicamente, e da un punto di vista strettamente professionale, delle critiche e delle proposte. A questa linea si sono adeguati i direttori delle aziende sanitarie, anche con minacciose allusioni alla perdita di fiducia e quindi alla revoca dell’incarico e interruzione della carriera».

«La giunta Serracchiani, della quale Bolzonello era vicepresidente, non ha mai permesso ai professionisti di esporre liberamente le proprie opinioni: questo è stato possibile solo per coloro che, come la scrivente, rivestivano un ruolo sindacale. Ma anche in questi casi non si sono contati i tentativi di delegittimare e denigrare i professionisti, in particolare i medici, con accuse ripetute di agire per difendere interessi e privilegi personali e di essere strumentalizzati dalla politica, accuse che sono state rivolte anche ai rappresentanti dei cittadini che denunciavano il degrado del sistema sanitario».

«Le candidature dei professionisti nelle liste del centrodestra, ora oggetto delle insinuazioni di Bolzonello e Telesca, testimoniano invece la volontà di contrapporsi a una politica che, mentre stava devastando la sanità pubblica regionale, ha cercato di nascondere e soffocare ogni critica, zittendo e censurando».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Stabile (Fi): «La giunta Pd ha zittito i professionisti per cinque anni»

TriestePrima è in caricamento