menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ideologia gender a scuola, Codega (Pd): «Pura fantasia: solo rispetto e prevenzione della violenza»

Lo rileva in un post pubblicato sul suo profilo facebook Franco Codega, consigliere regionale del Pd: «Si può ovviamente essere più o meno d'accordo con la legge della "Buona scuola" ma attribuirvi un'imposizione dell'insegnamento della teoria del "gender" è pura invenzione».

«l dibattito emerso in regione a seguito dell’approvazione di un emendamento in Consiglio regionale ha fatto riesplodere una polemica in relazione alla educazione sessuale nelle scuole. Circolano volantini, distribuiti anche in alcune parrocchie, in cui si invitano i fedeli ad apporre la propria firma nel comune di appartenenza per la “abrogazione del Decreto legge la Buona scuola che , come è noto, rende obbligatorio l’insegnamento della ideologia Gender fin dalla scuola materna” (sic!). Si intende qui rendere chiaramente noto che la cosa è del tutto destituita di ogni fondamento e frutto di pura fantasia».

Lo rileva in un post pubblicato sul suo profilo facebook Franco Codega, consigliere regionale del Pd ed ex storico preside del Liceo Scientifico Oberdan di Trieste. Codega

«Il punto di riferimento incriminato - continua la nota -  è il comma 16 della Legge n. 107/2015, che elencando tutta una serie di compiti educativi e didattici richiesti all’offerta formativa, recita testualmente “Il piano triennale dell’offerta formativa assicura l’attuazione dei principi di pari opportunità promuovendo nelle scuole di ogni ordine e grado l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni al fine di informare e sensibilizzare gli studenti, i docenti e i genitori sulle tematiche indicate dall’art. 5, comma 2, del decreto-legge 14 agosto 2013,n.93”. Le tematiche indicate dall’art. 5 sono appunto quelle della prevenzione della violenza contro le donne e della discriminazione di genere».

«Si può ovviamente - conclude - essere più o meno d’accordo con la legge della “Buona scuola“ ma attribuirvi un’imposizione dell’insegnamento della teoria del “gender” è pura invenzione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    La zona gialla torna dal 26 aprile: ristoranti aperti anche la sera

  • Cronaca

    Operatori sanitari in piazza contro l'obbligo vaccinale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento