Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Illy su legge Fornero: «No alla pensione obbligatoria a 72 anni, sì al "pensionamento flessibile"»

«Chi da un mio discorso pesca 3 o 4 parole per costruire un significato del tutto diverso dal mio intento, dovrebbe vergognarsene»

Dopo le dichiarazioni sulla legge Fornero, Riccardo Illy replica alla pioggia di polemiche. L'ex sindaco di Trieste e governatore della Regione Fvg, aveva dichiarato alla trasmissione su Telequattro Ring che «La legge Fornero la migliore del mondo, l'unica al mondo che abbia indicizzato l'età del pensionamento legandolo alla vita attesa».

Questo, invece il recente intervento di Illy su Facebook: «Giorni fa, è stata estrapolata da un mio discorso una frase secondo la quale io avrei teorizzato l’obbligo di pensionamento a 72 anni. Nulla di più falso. La mia proposta per il Senato va esattamente all’opposto. Io propongo di introdurre il "pensionamento flessibile", ovvero, assecondando l’indole e i desideri di ognuno di noi, dare a ciascuno la possibilità di scegliere quando andare in pensione. A 60, 65, 72, ma anche a 55 anni, ovviamente con cifre ritoccate, a seconda delle circostanze».

Secondo l'imprenditore «ci sono persone che non vedono l’ora di smettere di lavorare, e altre che vedono il pensionamento come una fase terrificante di inutilità. A tutte va il mio rispetto. Chi sceglierà di andare in pensione più tardi, riceverà un premio in danaro. Questo ho dichiarato. E questo è nel mio programma. E chi da un mio discorso pesca 3 o 4 parole per costruire un significato del tutto diverso dal mio intento, dovrebbe vergognarsene.
Io sono per la libertà di scelta!».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Illy su legge Fornero: «No alla pensione obbligatoria a 72 anni, sì al "pensionamento flessibile"»

TriestePrima è in caricamento