Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

Indennità disabili fuori da Isee, Savino (Fi): «Bocciata mia proposta, Governo non ammette errore»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

«Insieme ai colleghi Simone Baldelli e Roberto Occhiuto abbiamo presentato una mozione al Governo per impegnarlo a dare risposte concrete a una fascia di cittadini messa in difficoltà dalle decisioni dell'esecutivo, pur accogliendo due parti su tre del nostro testo la maggioranza ha deciso di non valutare il rimborso alle persone che non hanno potuto accedere a servizi o contributi che avrebbero avuto diritto di ricevere».

Sandra Savino, parlamentare di Forza Italia, a seguito delle sentenze del Tar e del Consiglio di Stato, ha chiesto all'esecutivo di: fornire una previsione puntuale delle ricadute economiche dopo che la Corte ha stabilito che l'assegno di invalidità non rientra nel calcolo dell'Isee; a intraprendere gli urgenti interventi compensativi e le relative procedure per il risarcimento immediato dei cittadini per i conteggi pregressi; a rafforzare gli strumenti di carattere tributario in favore dei soggetti portatori di disabilità e delle loro famiglie, segnatamente le deduzioni dal reddito imponibile e le detrazioni dall’imposta lorda a fini Irpef.

«Ci attendevamo - spiega Savino - che questa volta il Governo avesse il buonsenso di ascoltare Forza Italia al fine di tutelare soggetti deboli e in difficoltà. Hanno accolto il primo e l'ultimo punto, purtroppo per quelle persone che hanno dovuto conteggiare nel reddito Isee l'assegno di disabilità non c'è stata nessuna apertura e nessuna comprensione. Avevano sbagliato la norma, come ha stabilito il Consiglio di Stato, per questo avevamo chiesto che venissero valutate tutte le iniziative risarcitorie, ci siamo trovati davanti a un muro con il Governo che ha respinto una richiesta legittima da parte dei cittadini. Prendiamo atto di questo comportamento, questo non significa però che ci arrenderemo, anzi continueremo a combattere affinché vengano tutelate le fasce deboli» conclude Savino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indennità disabili fuori da Isee, Savino (Fi): «Bocciata mia proposta, Governo non ammette errore»

TriestePrima è in caricamento