rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica

Interrogazione Parlamentare di Roberto Menia (Fli) sull'Iniziativa del Sindaco di Pistoia "contro" il Giorno del Ricordo

"È evidente che l'iniziativa del sindaco di Pistoia, Renzo Berti, sia in palese e voluta contraddizione con i principi e il senso della ricorrenza del 10 febbraio, e risulta offensiva nei confronti delle vittime delle foibe e dell'esodo...

"È evidente che l'iniziativa del sindaco di Pistoia, Renzo Berti, sia in palese e voluta contraddizione con i principi e il senso della ricorrenza del 10 febbraio, e risulta offensiva nei confronti delle vittime delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata". Lo scrive Roberto Menia, coordinatore nazionale di Futuro e Libertà e promotore della legge n. 92 del 2004, che istituisce il Giorno del Ricordo, in un'interrogazione parlamentare presentata oggi al Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca.

"L'Autore del volume, il signor Scotti, - spiega Menia - ha dedicato la sua attività di «storico» a negare e giustificare lo sterminio delle foibe, quelle che, in un suo famoso intervento chiama le «cosiddette foibe istriane»: secondo lui, che scrive anche un libello intitolato «Foibe e fobie», si tratta di invenzioni della propaganda della destra nazionalista italiana cui si rammarica aderisca ora anche la sinistra italiana".

Scotti - ricorda il promotore della Legge che istituisce il Giorno del Ricordo - fu parte attiva del partito comunista jugoslavo e dedicò persino poesie a Tito, il maresciallo infoibatore d'italiani, con versi come questi: «Tito, un uomo come noi. Si scriveva sui muri Tito Tito. Nome probito. Gridato anche da noi stirpe italiana nelle battaglie della libertà. Lo abbiamo avuto padre nelle disgrazie. Per lui abbracciavamo i popoli come fratelli anche nell'ombra della solitudine. Domani i posteri forse ci invidieranno la nostra presenza con Tito».

Nell'interrogazione Menia chiede al Ministro se "sia a conoscenza dei fatti sopra citati, se e come intenda intervenire in questa e simili situazioni al fine di conciliare con lo spirito di unione e riconciliazione nazionale sotteso alla legge le iniziative che - come recita la norma - sono "previste per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado e favorire da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interrogazione Parlamentare di Roberto Menia (Fli) sull'Iniziativa del Sindaco di Pistoia "contro" il Giorno del Ricordo

TriestePrima è in caricamento