rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Le proposte

Accoglienza ed extra doganalità del porto di Trieste: le proposte di Italia Viva

Gli esponenti del partito renziano hanno incontrato oggi i cittadini per illustrare le proposte sui grandi temi nazionali e locali

Accoglienza, porto, energia, infrastrutture, sanità. Sono questi gli argomenti al centro dell'iniziativa di Italia Viva che, questa mattina, ha incontrato i cittadini per presentare la propria linea politica, anche alla luce delle nuove questioni divenute pressanti. Tra queste, l'accoglienza che, come evidenziato da Antonella Grim, Gianfranco Depinguente e Emanuele Cristelli, con la guerra in Ucraina ha mostrato un nuovo lato. "Il Governo ha risposto in maniera più esaustiva e umana alle esigenze di chi viene qui, dimostrando che un nuovo modo di fare accoglienza è possibile. Auspichiamo che si prosegua su questa linea e che il modello attuato all'Ucraina venga esteso anche a chi viene da altre parti del mondo". Nel corso della mattinata è emerso anche il tema dell'extra doganalità del porto. Secondo gli esponenti di Italia Viva Trieste, l'argomento andrebbe approfondito valutando attentamente costi e benefici. "Nell'immediato - ha dichiarato Cristelli - è però possibile agire su tre fronti: fare in modo che il porto rimanga pienamente europeo, attirare investimenti e insediamenti industriali investendo nell'entroterra e nel capitale umano, introdurre l'esenzione IVA sugli investimenti per la creazione di insediamenti industriali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza ed extra doganalità del porto di Trieste: le proposte di Italia Viva

TriestePrima è in caricamento