menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro: Brandi " dal 2008 piu' di 20.000 i Lavoratori Reinseriti"

Tenendo conto dell'andamento del primo semestre, si può dire che dal 2008 alla fine di quest'anno saranno più di 20 mila i cittadini della regione reinseriti a pieno titolo nel mercato del lavoro, tra assunzioni a tempo indeterminato...

Tenendo conto dell'andamento del primo semestre, si può dire che dal 2008 alla fine di quest'anno saranno più di 20 mila i cittadini della regione reinseriti a pieno titolo nel mercato del lavoro, tra assunzioni a tempo indeterminato, stabilizzazione di precari e creazione di nuove piccole imprese.

Ed è per questo che dei 15 milioni di euro riservati nell'assestamento di bilancio alla direzione Lavoro, ben 14 serviranno ad aumentare gli incentivi inseriti nelle politiche attive portando il capitolo nel 2012 a un totale di 27,2 milioni.
"Siamo di fronte a uno stanziamento mai raggiunto prima in questa regione", ha commentato ieri l'assessore regionale al Lavoro Angela Brandi, nell'illustrare in un incontro con la stampa la destinazione delle risorse della manovra di metà anno.
I finanziamenti alle Province per le politiche attive sono infatti cresciuti costantemente nel corso della crisi, da 9,7 milioni nel 2008 a 15,4 nel 2011 per arrivare al record di quest'anno portando la somma totale 2008-2012 a 74,5 milioni.

Sono parallelamente aumentati i lavoratori assunti grazie agli incentivi, da 3.400 in tutto il 2010 a oltre 3 mila nel solo periodo da gennaio a giugno 2012.

"Consideriamo perciò questa scelta - ha detto l'assessore Brandi - un atto concreto di responsabilità, nella consapevolezza che pur in un momento così difficile, e accanto alle indispensabili misure di sostegno al reddito, sia possibile dare impulso al mercato del lavoro".

I regolamenti sono stati modificati recentemente, per favorire soprattutto i lavoratori di età più avanzata, quelli che hanno oggi maggiore difficoltà a trovare una nuova occupazione, anche con un rafforzamento delle opportunità di formazione.

Per le assunzioni a tempo indeterminato di donne sopra i 45 anni l'incentivo è di 4 mila euro, per quelle sopra i 50 si arriva a 7.500; per gli uomini si va da 3.500 euro per i cinquantenni a 7.500 per chi è oltre i 55. Sono previsti anche incentivi (1.500 euro) per le assunzioni a tempo determinato di almeno sei mesi, per permettere ai lavoratori più anziani di poter maturare il diritto alla pensione.

Grazie alla manovra di metà anno è stato anche rimpinguato il capitolo per i contratti di solidarietà difensivi (+750 mila euro, per arrivare così a 2,1 milioni), di fronte alla crescita delle domande: da 15 nel 2011 a ben 21 nei primi mesi di quest'anno, tra cui la Ideal Standard (450 addetti).
Nel periodo 2009-2012 per questa voce sono stati stanziati in tutto 7,1 milioni.
Ne hanno beneficiato 5.300 lavoratori.

La Regione, in sostanza, integra il reddito ai dipendenti che lavorano a orario ridotto. "Siamo l'unica Regione italiana - ha ricordato Angela Brandi - a prevedere questo sostegno, tanto che da noi i contratti di solidarietà sono diventati uno strumento particolarmente appetibile".

È stato anche deciso, su richiesta delle parti sociali, di aumentare di 70 mila euro i contributi a favore dei patronati, portando il capitolo 2012 a oltre 200 mila euro. E questo perché, a fronte di un calo dei contributi statali, i patronati hanno visto in questi ultimi mesi un notevole aumento del lavoro, dopo che l'Inps ha deciso di accettare le domande e i documenti solo in forma telematica.

È stato previsto anche un incremento di risorse per favorire la redazione di bilanci sociali da parte delle imprese (+52 mila euro).

Infine, per quanto riguarda la delega al Commercio dell'assessore Brandi, si è deciso di aumentare di 100 mila euro, per arrivare quindi a un totale di 395 mila nel 2012, i finanziamenti ai CAT (Centri di assistenza tecnica) per programmi a favore delle imprese del commercio, turismo e servizi.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento