Lavoro, Pezzetta (Cgil): «43mila non lavorano e di questi circa la metà ha smesso di cercare e non studia»

«Vorrei capire dove sia questa crescita perchè io non la vedo e men che meno l'occupazione»

In Friuli Venezia Giulia, nella fascia di età compresa tra i 15 e i 35 anni, una persona su cinque non lavora. Come riporta il servizio di Rita Micoli su Tgr Rai Fvg, si tratta tra le altre anche di persone che hanno smesso di cercare lavoro e che non studiano. Sono proprio loro, i cosiddetti "neet" a preoccupare di più la Cgil regionale.
«Su 220mila giovani della nostra regione 43mila non lavorano e di questi circa la metà ha smesso di cercare e non studia». Così afferma il segretario della Cgil Villiam Pezzetta.

«La legge Fornero per me -continua il segretario  -rappresenta un blocco per i giovani nel lavoro nelle aziende. In più c'è anche un dato sociale, dal momento che avere 23mila giovani che non lavorano e non studiano sembra una resa incondizionata».
«La Regione può ancora giocare un ruolo forte per la ripresa,intervenendo su infrastrutture, messa in sicurezza del territorio e del patrimonio edilizio, su energia e turismo, dal momento che i numeri, anche quelli positivi degli ultimi dati Istat, lasciano il tempo che trovano. Vorrei capire - conclude Pezzetta - dove sia questa crescita perchè io non la vedo e men che meno l'occupazione»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Calci e pugni in faccia a una 13enne, la madre: "Sta malissimo"

  • Il Gambero Rosso premia le migliori pasticcerie d'Italia, cinque sono a Trieste

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

  • Possibile stato d'emergenza fino ad aprile, e intanto il Fvg rischia la zona rossa

  • Avviata la distribuzione gratuita di saturimetri in farmacia: chi ne ha diritto

Torna su
TriestePrima è in caricamento