Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Lavoro; Finalmente chi si Licenzia per Giusta Causa potra' Iscriversi nelle Liste di Mobilita'

Si è svolta questa mattina la Commissione regionale per il lavoro, presieduta dall'Assessore Angela Brandi. Importanti i temi trattati nella riunione che portano interessanti novità a favore della cittadinanza. Importantissimo è il via libera che...

Si è svolta questa mattina la Commissione regionale per il lavoro, presieduta dall'Assessore Angela Brandi. Importanti i temi trattati nella riunione che portano interessanti novità a favore della cittadinanza.

Importantissimo è il via libera che la commissione ha dato alla possibilità di iscrivere in lista di mobilità (ai sensi dell'articolo 236/1993) i lavoratori dimessisi per giusta causa, a seguito del mancato pagamento della retribuzione.

Fino ad ora infatti questa legittima e logica possibilità era negata ai lavoratori. Fortunatamente la regione si è messa in moto,ed a seguito dell'ennesimo approfondimento presso il Ministero del Lavoro, è emerso un nuovo e recente orientamento che consente di ritenere superato quello precedente di segno contrario.

In un momento di grande crisi dell'occupazione, questo provvedimento non solo apre nuovi sbocchi ai lavoratori ma permette anche all'imprese di assumere con gli incentivi previsti per la mobilità. Un caso emblematico, a Trieste, potrebbe essere quello dei dipendenti di Croce Italia Marche che non vedono lo stipendio da diversi mesi e, con questa nuova normativa, potrebbero entrare subito in mobilità una volta licenziatisi per giusta causa.

Nella riunione si è discusso anche del programma regionale "Si.Con.Te" (Sistema di Conciliazione integrato), con l'ok della commissione al regolamento per la concessione e l'erogazione di incentivi per supportare le persone che, per problematiche lavorative o formative, hanno la necessità di dotarsi dell'assistenza domiciliare, educativa od assistenziale; baby sitter o addetto alla compagnia piuttosto che assistente a persone autosufficenti (anziani o bambini) e non.

Per la nostra provincia le risorse disponibili sono pari a 141.379,17 euro. A seconda della tipologia del contratto che si verrà ad instaurare, gli incentivi vanno dagli 800 ai 2100 euro a persona. Anche chi dovesse utilizzare in caso di prestazioni occasionali il pagamento con i voucher, potrà godere di un incentivo del 60% del loro valore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro; Finalmente chi si Licenzia per Giusta Causa potra' Iscriversi nelle Liste di Mobilita'

TriestePrima è in caricamento