menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro nei giorni festivi, M5S: «Il nuovo parlamento approvi la legge affossata nella scorsa legislatura»

«Un primo passo, 6 giorni di chiusura nel lotto dei 12 festivi previsti per legge, necessario per permettere a chi lavora nel settore del commercio di poter passare le feste insieme alla propria famiglia»

«Si riavvicina Pasqua e come durante ogni festività (Natale, Ferragosto etc) per decine di migliaia di lavoratori (in gran parte precari) e famiglie di tutt' Italia, Trieste inclusa, si ripropone il tema del lavoro nei giorni festivi presso centri commerciali e catene di supermercati. Nella scorsa legislatura, dopo la sua approvazione all’unanimità alla Camera, il disegno di legge a prima firma Movimento5  Stelle con Michele Dell’Orco è stato affossato nelle ‘sabbie mobili’ del Senato» dichiarano in una nota congiunta l’eurodeputato Marco Zullo e i parlamentari M5S neo eletti Sabrina De Carlo, Luca Sut e Stefano Patuanelli .

«Una proposta di legge che come ricordò lo stesso Luigi Di Maio a dicembre, finalmente darebbe diritti a lavoratori, negozianti (specialmente chi lavora nel piccolo commercio che non riesce a reggere i ritmi delle grandi catene commerciali) e le loro famiglie. Un primo passo (6 giorni di chiusura nel lotto dei 12 festivi previsti per legge) necessario per permettere a chi lavora nel settore del commercio (siano piccoli commercianti o lavoratori) di poter passare le feste insieme alla propria famiglia, di godersi un Natale o una Pasqua insieme ai propri figli o parenti, senza che i consumi ne risentano» continuano i portavoce pentastellati.

«Non possiamo dimenticare in questa nota stampa tutto l'impegno profuso in tale senso dai consiglieri regionali M5S nella scorsa legislatura regionale; i nostri consiglieri si sono sempre battuti  in favore sia dei  piccoli imprenditori -che non possono competere sul mercato con i grandi centri commerciali-  che dei lavoratori» incalzano i parlamentari.

«Un primo passo necessario e migliorabile ancor di più. Come Movimento 5 Stelle è nostra ferma intenzione riproporre il tema al centro dell’agenda parlamentare. La 18esima Legislatura, come prevede la nostra Costituzione, dovrà mettere sempre di più al centro il Parlamento anche e soprattutto nella sua funzione legiferante. Ci auguriamo che ogni gruppo parlamentare voglia dare il proprio contributo propositivo approvando questa proposta di buonsenso» concludono De Carlo, Patuanelli, Sut e Zullo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento