menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le Foto dell'Incidente tra Tir in a4 di Oggi e una Precisazione di Autovie Venete

Garantire la sicurezza delle persone; chiudere il tratto autostradale per evitare incidenti; ripulire il manto stradale e riaprire l’autostrada il più rapidamente possibile dopo aver ripristinato le condizioni di sicurezza della circolazione. E’...

Garantire la sicurezza delle persone; chiudere il tratto autostradale per evitare incidenti; ripulire il manto stradale e riaprire l'autostrada il più rapidamente possibile dopo aver ripristinato le condizioni di sicurezza della circolazione.

E' la procedura seguita da Autovie Venete nelle situazioni di criticità e applicate anche nel pomeriggio di martedì 6 novembre, dopo la grandinata, durante la notte (nessun incidente, nemmeno lieve è accaduto nonostante la complessità della situazione) e nella prima mattina di mercoledì 7 novembre, quando è accaduto il tamponamento.

Il sinistro è avvenuto fra San Giorgio di Nogaro e Latisana, in un tratto che non è mai stato interessato dal fenomeno di compattamento della grandine.

La lastra di simil ghiaccio, infatti riguarda un tratto autostradale che si trova circa 5 chilometri più avanti rispetto al luogo del sinistro.

Il mezzo pesante, una bisarca, ha tamponato un altro mezzo pesante coinvolgendo anche altri tre mezzi fermi in coda.


Una coda provocata dalla chiusura della corsia di sorpasso - indispensabile per consentire di ultimare le operazioni di ripulitura dell'asfalto dalla grandine - e presegnalata da un pannello mobile, dal pannello a messaggio variabile e da un furgone della Concessionaria dotata di segnalatore.







Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento