menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legge antimafia, Serracchiani e Iacop: «Da subito attiva in Fvg»

«Il fenomeno delle infiltrazioni mafiose nell'economia e nella società non è purtroppo sconosciuto alla nostra regione e impedirne radicamento e diffusione è uno dei doveri più pressanti per tutte le istituzioni»

La pronta attuazione della legge regionale 21/2017 sulla prevenzione e il contrasto dei fenomeni di criminalità organizzata e di stampo mafioso e per la promozione della cultura della legalità è stata sollecitata dalla presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani in una lettera indirizzata al presidente del Consiglio regionale Franco Iacop. Ricordando che «I termini per l'impugnativa nazionale sono venuti meno e, con essi, l'ultimo possibile, ancorché improbabile ostacolo a una sua celere applicazione», Serracchiani ha chiesto a Iacop «di predisporre con cortese urgenza ogni atto necessario all'attuazione della legge e all'insediamento dell'osservatorio» che la norma, promulgata lo scorso 9 giugno, prevede.

Ciò in quanto, ha ricordato la presidente del Friuli Venezia Giulia, «il fenomeno delle infiltrazioni mafiose nell'economia e nella società non è purtroppo sconosciuto alla nostra regione e vigilare su di esso per impedirne radicamento e diffusione è uno dei doveri più pressanti per tutte le istituzioni». A stretto giro è giunta la risposta del presidente del Consiglio regionale, che ha fornito precise assicurazioni al riguardo. "Quanto richiesto - ha scritto Franco Iacop nella sua missiva alla presidente - è già all'attenzione dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale che provvederà in tempi brevi agli adempimenti utili all'attuazione della legge regionale 21/2017".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento