Solitudine, verso una legge sul sostegno psicologico

Riccardi: "Il fenomeno non è per nulla marginale". Previsti sportelli virtuali, forum condivisi e chat vigilate e protocolli 'anti solitudine' nelle aziende e nelle scuole

Un provvedimento per contrastare il fenomeno della solitudine a tutte le età, attraverso l'attivazione di sportelli virtuali, la creazione di forum condivisi e chat vigilate, che integrerà una norma già esistente varata nella scorsa legislatura, ossia quella sull'invecchiamento attivo. Sono queste solo alcune delle azioni che la Regione metterà in campo con il disegno di legge che la Giunta, nel corso dell'ultima seduta, ha approvato su proposta del vicegovernatore Riccardo Riccardi. Il provvedimento, ora, dovrà passare al vaglio della Commissione consiliare competente. 

Focus sul lavoro

Il ddl riconosce la necessità di affrontare e contrastare la solitudine, intesa come l'angoscia derivante dalle differenze tra le relazioni sociali ideali e quelle percepite, in correlazione con lo stato di salute fisica e mentale e il benessere delle persone. Due i settori principali sui quali si concentrerà l'attenzione: il primo è l'ambiente di lavoro, in quanto luogo in cui l'adulto trascorre una parte significativa della propria esistenza. Qui la Regione intende attivare, previo accordo con le rappresentanze dei datori di lavoro e dei lavoratori, protocolli operativi per la realizzazione di progetti che prevedano la rilevazione e monitoraggio del fenomeno della solitudine nonché la diffusione della conoscenza delle iniziative per il loro contrasto. Stesse modalità operative sono previste anche negli ambienti scolastici, dove la Regione intende promuovere con le istituzioni di questo settore simili azioni specifiche.

Preveniere i processi di isolamento

Per prevenire i processi di isolamento, la Regione sosterrà la diffusione di interventi di prossimità, di spazi e luoghi d'incontro, di socializzazione e partecipazione. Inoltre promuoverà l'adozione di strumenti per favorire il coordinamento dell'offerta e garantire una capillare informazione alla popolazione. Tra le azioni messe in campo figura l'apertura di sportelli virtuali per l'assistenza psicologica, la creazione di forum online, anche anonimi, moderati da psicologi e la creazione di luoghi di incontro virtuali (chat) vigilati. A ciò si aggiungono l'attivazione di bacheche virtuali, anch'esse vigilate, in cui inserire proposte di iniziative di socializzazione nonché la possibilità di iscrizione ad aggiornamenti informativi periodici attraverso specifiche newsletter. Tutto ciò sarà garantito da accessi informatici sicuri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non un fenomeno marginale

"La decisione di intervenire in questo senso allargando lo spettro di interventi della norma già esistente al contrasto della solitudine - spiega il vicegovernatore Riccardo Riccardi - deriva dal fatto che il fenomeno non è per nulla marginale. Il disegno di legge prevede una serie di strumenti a sostegno anche di tipo psicologico diretto e indiretto alle persone, affinchè il problema venga fotografato e arginato attraverso le prestazioni dei professionisti. L'auspicio è che in Commissione si possa compiere un lavoro che non si chiuda nel novero della maggioranza; al contrario attendiamo il contributo e l'approvazione di tutti, come accaduto nella precedente legislatura, con il provvedimento riguardante l'invecchiamento attivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Coronavirus, altro balzo in avanti: in Fvg i contagiati ora sono 1223, 13 guariti in più

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

  • Fermato fuori casa ma doveva essere in quarantena perché positivo: denunciato

Torna su
TriestePrima è in caricamento