Politica

Legge di stabilità, Pd regionale: «Valorizza  e porta attenzione a Trieste su turismo, economia, sanità»

I consiglieri regionali del Pd, Franco Codega, Franco Rotelli e Stefano Ukmar sulla Legge di stabilità regionale

«La legge di stabilità 2017 oltre a essere espansiva in termini generali su tutta la regione, valorizza e porta particolare attenzione alle necessità di Trieste e del suo territorio. Fissa importanti risorse nel campo sociosanitario, in quello turistico ed economico.»

A dirlo sono i consiglieri regionali del Pd, Franco Codega, Franco Rotelli e Stefano Ukmar nel corso della conferenza stampa che si è svolta per illustrare le azioni previste dalla legge di stabilità approvata nei giorni scorsi dal Consiglio regionale, sul territorio provinciale di Trieste.

Entrando nello specifico di alcuni interventi, i consiglieri hanno ricordato il contributo straordinario di 570mila euro per l'istituto regionale Rittmeyer per ciechi di Trieste, il contributo di 100mila euro all'ente proprietario del cimitero Greco Ortodosso per la messa in sicurezza di un muro dissestato, il contributo di 500mila euro alla Fondazione FS per la sistemazione del Museo ferroviario, il sostegno, con 100mila euro all'Azienda pubblica di servizi alla persona "Pro Senectude", il contributo di 100mila euro al Comune di Sgonico per la riqualificazione a fini produttivi della ex Polveriera di borgo Grotta Gigante e infine i contributi a diversi musei triestini.

In campo sociale, i consiglieri dem hanno sottolineato l'assunzione da parte della Regione dell'intera quota integrativa (anche per le grandi città) del contributo statale per la gestione dei minori stranieri non accompagnati.

«Questo - ha sottolineato in particolare Codega - significa in termini ancora più concreti che il Comune di Trieste non dovrà pagare più nulla per l'accoglienza dei minori stranieri.»

Inoltre, Rotelli ha messo in evidenza come «la misura di inclusione attiva (Mia) favorisce principalmente i cittadini di Trieste. Sono infatti 4mila le famiglie che in città ne usufruiscono.»

Infine, per quanto riguarda le richieste del Comune di Trieste per ottenere fondi per le infrastrutture di Portovecchio, è stato il consigliere Ukmar a ribadire che «non essendoci un progetto definito al momento, è del tutto inutile sovvenzionare infrastrutture a vuoto.»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge di stabilità, Pd regionale: «Valorizza  e porta attenzione a Trieste su turismo, economia, sanità»

TriestePrima è in caricamento