menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fvg Strade, Bianchi (M5S): «Soluzione non esaltante ma personale pare tutelato»

«Speriamo che la giunta Serracchiani sappia valorizzare questa realtà eliminando ogni ipotesi di alienazione, visto che in passato sia destra che sinistra hanno già fatto grandi promesse in tal senso, puntualmente smentite dai fatti»

«Anche se una soluzione andava necessariamente trovata, non ci esalta la soluzione prevista dal disegno di legge n. 225 grazie al quale si punta alla razionalizzazione delle funzioni regionali in materia di viabilità provinciale attraverso il trasferimento di queste funzioni alla società in house Fvg Strade. Restiamo tuttavia abbastanza fiduciosi che in questo modo il personale sia sufficientemente tutelato anche se bisogna sempre sottolineare che Fvg Strade rimane una società per azioni e che quindi la privatizzazione è sempre possibile. Le preoccupazioni dei lavoratori, pertanto, sono più che comprensibili» ha dichiarato la consigliera pentastellata Elena Bianchi.

«Speriamo che la giunta Serracchiani sappia valorizzare questa realtà eliminando ogni ipotesi di alienazione, visto che in passato sia destra che sinistra hanno già fatto grandi promesse in tal senso, puntualmente smentite dai fatti».

«Ci auguriamo infine che Fvg Strade, migliorando la sua organizzazione, sia in grado di gestire correttamente le strade provinciali della nostra regione, avvalendosi della professionalità delle persone che lo hanno fatto per molti anni» ha concluso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento