Politica

Uti, Zilli (LN): «Scelta democratica presa per inefficienze amministrative»

Barbara Zilli, consigliera regionale della Lega Nord, interviene su quanto accaduto a Monfalcone

«Dopo Paularo e Monfalcone, Panontin continua a tirare dritto? Irrispettoso della tradizione istituzionale dei nostri amministratori è lui, non di certo i sindaci come Anna Cisint e Daniele Di Gleria».

Barbara Zilli, consigliera regionale della Lega Nord, interviene su quanto accaduto a Monfalcone e aggiunge che i due primi cittadini «che insieme ai loro Consigli comunali (a Monfalcone il Pd è uscito dall'Aula) hanno democraticamente scelto di uscire dalle rispettive Unioni e che assieme a tutti gli altri sindaci ricorrenti stanno dimostrando nei fatti le gravi inefficienze amministrative che discendono dallo stare nella gabbia delle Uti».

«Invece di addebitare la libera scelta di Monfalcone a ordini della Lega - ha detto Zilli - che coerentemente si è sempre battuta contro questa fallimentare riscrittura degli enti locali, considerato il caos nel quale a suon di imposizioni, discriminazioni e rattoppi ha gettato il sistema - accusa Zilli - Panontin farebbe bene una volta per tutte a farsi da parte, stante l'inadeguatezza dimostrata nel gestire gli enti locali: dall'abolizione delle Province alle dannose Uti, al fallimento delle fusioni, passando per i municipi ridotti al collasso, il sistema degli enti locali grazie alle scelte scellerate del Pd regionale è diventato una macchina di inefficienze e sprechi di risorse a danno dei cittadini».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uti, Zilli (LN): «Scelta democratica presa per inefficienze amministrative»

TriestePrima è in caricamento