Politica

Logistica in FVG, Santoro: «Forte impegno per le infrastrutture»

A Monaco dal salone internazionale della Logistica, della Mobilità, dell'Information Technology, l'assessore regionale alle infrastrutture e mobilità, Mariagrazia Santoro: «Lo stand unitario del sistema FVG è l'esempio di quello che dobbiamo fare»

È possibile e auspicabile dar vita ad una 'cabina di regia', coordinata dalla Regione, tra tutti gli attori del sistema dei trasporti del Friuli Venezia Giulia, ove far emergere, assieme, le criticità e i punti di forza, individuare le soluzioni e verificare i risultati delle scelte
adottate? E, parallelamente può aver senso un'estensione delle competenze dell'Autorità portuale di Trieste sugli scali di Monfalcone e Porto Nogaro e sulle relative infrastrutture retroportuali oppure è preferibile dar vita ad un'Autorità portuale regionale unica?

Su questi temi si sono confrontati oggi a Monaco di Baviera, nell'ambito della 15.a edizione di "Transport Logistic 2015", il salone internazionale della Logistica, della Mobilità, dell'Information Technology e della gestione della catena di distribuzione merci, rappresentanti delle strutture portuali e logistiche e delle Camere di commercio regionali, in un tavolo tecnico-istituzionale dal titolo: "Focus trasporti: quale strategia per il Friuli Venezia Giulia?".

«Lo stand unitario del sistema FVG è l'esempio di quello che dobbiamo fare», ha detto Mariagrazia Santoro, assessore regionale alle infrastrutture e mobilità, che ha tratto le conclusioni del confronto. «Da più parti gli operatori chiedono un'azione di regia, di facilitazione, di coordinamento che deve però andare di pari passo anche con la decisione di quale sia la 'sovranità' che viene ceduta a questo soggetto. Solo così potremo definire la sua più opportuna forma giuridica, che consenta di presentarsi al meglio sul mercato internazionale forti della sinergia delle varie componenti». 

«In questo senso - ha ricordato - la Regione sta facendo molto, sia sul piano della realizzazione di infrastrutture, in particolare in accordo con RFI per favorire il trasporto merci su rotaia. Continueremo a lavorare dando la nostra disponibilità agli operatori». In questo contesto può dunque apparire ancora prematuro parlare di eventuale Autorità portuale unica. «Prima va fatta una riflessione complessiva: abbiamo le aziende, abbiamo le infrastrutture, cosa ci manca per diventare realmente una piattaforma logistica, un  sistema integrato che tutti auspicano ma che ancora non è realizzato?». Questo il quesito posto dall'assessore Santoro.

"Transport Logistic 2015" è considerato il principale evento fieristico a livello mondiale, dedicato a tutti gli aspetti dell'evoluzione del sistema del trasporto merci su strada e ferrovia, via acqua e via aria. Fino a venerdì 8 maggio sono presenti 2.050 espositori di 62
Paesi, ospitati su complessivi 110.000 metri quadrati tra padiglioni e aree all'aperto. La partecipazione unitaria del sistema regionale alla fiera "Transport Logistic 2015" è stata curata dalla direzione centrale Infrastrutture della Regione, tramite  il servizio Mobilità, in collaborazione con ARIES-Azienda Speciale della Camera di Commercio di Trieste.

I partecipanti sono tutti gli enti e società terminaliste o ferroviarie che rappresentano il motore logistico-trasportistico del Friuli Venezia Giulia: Autorità Portuale di Trieste, Aries - Camera di Commercio di Trieste, Azienda speciale per il Porto di Monfalcone - CCIIAA Gorizia, Consorzio Aussa Corno Porto Nogaro, EEMT Europa Multipourpose Terminal, Ferrovie Udine Cividale FUC, General Cargo, Terminal  -  rieste, Interporto di Cervignano , Interporto Centro ingrosso di Pordenone, Nest - logistic, Samer e Co. Shipping, SDAG Gorizia, Società Alpe Adria, Terminal Frutta Trieste, Trieste Marine Terminal Trieste Molo VII, Terminal Intermodale di Trieste Fernetti, Associazione Spedizionieri Confetra Friuli Venezia Giulia-Aspt-Astra Fvg.

«Siamo molto soddisfatti di questa presenza unitaria a Monaco», ha concluso Santoro. «Questo è un mercato importante. Proprio
grazie all'incontro tra la presidente Serracchiani e il presidente della Baviera Seehofer abbiamo avviato oggi un percorso di rafforzamento delle nostre relazioni, e in prospettiva dei traffici con tutto il Nord Europa. In particolare il Porto di Trieste e tutto il sistema portuale regionale deve candidarsi a diventare sempre di più l'accesso privilegiato per i traffici di queste aree d'Europa».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Logistica in FVG, Santoro: «Forte impegno per le infrastrutture»

TriestePrima è in caricamento