menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Primo maggio, M5S: «Assurdo vietare il corteo del 2018»

I consiglieri del M5S spiegano i motivi della loro astensione dal voto, nonostante concordino sul divieto delle bandiere titine al corteo

«Il consigliere regionale Giulio Lauri critica il comportamento del M5S senza conoscere i fatti. Davanti alla mozione del centrodestra triestino che chiedeva, giustamente, di condannare coloro che durante il corteo fanno riferimento all'esercito titino noi non abbiamo partecipato al voto per due motivi: la stessa mozione chiedeva di vietare il corteo del 2018, cosa che non sta né in cielo né in terra; inoltre il documento riapriva contrapposizioni e ferite che per fortuna lo stesso sindaco Dipiazza ieri si è affrettato a rimarginare».  Queste le dichiarazioni dei consiglieri del Movimento 5 Stelle in riferimento all'approvata mozione del centrodestra e alle parole del sindaco Roberto Dipiazza.

«Partecipiamo a discussioni e votiamo solamente proposte che guardano al futuro della nostra città, non a quelle che sono presentate sia da destra che da sinistra solamente con l'unico scopo di riportare il dibattito politico sui tragici eventi che hanno caratterizzato la storia della nostra città». 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ristrutturare

Superbonus 110%: i lavori necessari per richiedere l'incentivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento