Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

«Maometto pedofilo», M5s all'attacco di Tuiach: «Distoglie l'attenzione dai problemi primari della gente»

Dopo il Partito democratico anche il secondo gruppo più numeroso dell'opposizione in Consiglio comunale critica aspramente il consigliere leghista che ha associato «la pedofilia alla religione mussulmana»

«Basta con le dichiarazioni provocatorie! Trieste e il Paese hanno bisogno di altro!». Il gruppo comunale del Movimento 5 stelle interviene sulle frasi "anti-islam" e contro Maometto del consigliere leghista Fabio Tuiach (che ha apostrofato con "pedofilo" il profeta mussulmano): «In un momento di forte crisi economica aggravata dalle difficoltà dovute a un afflusso di migranti senza precedenti verso il nostro Paese, il consigliere Tuiach, che fa parte della compagine che governa la città, non trova di meglio da fare che fomentare polemiche con dichiarazioni come quella nella quale associa la pedofilia alla religione mussulmana».

«Nessuno nega che le spose bambine siano un dramma ma non si può sovrapporlo a una religione essendo questo un fenomeno che affligge molti paesi al mondo a prescindere dalla religione - continuano i pentastellati -. Tali dichiarazioni hanno quindi il duplice scopo di istigare al razzismo affermando indirettamente la superiorità di una religione rispetto ad un'altra e di distogliere l'attenzione dai problemi primari della gente, quali il lavoro, l'assistenza dei familiari più anziani e degli ammalati di Alzheimer, la Ferriera di Servola e l'inquinamento che ne deriva per tutta la città».   

«Basta! L'Italia ha bisogno di politici che abbiano voglia di lavorare e di trovare soluzioni - conclude il gruppo consiliare grillino -, non di politicanti che utilizzano argomenti divisivi a fini elettorali!».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Maometto pedofilo», M5s all'attacco di Tuiach: «Distoglie l'attenzione dai problemi primari della gente»

TriestePrima è in caricamento