menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marsi (Psi): Incidenti sul lavoro, il lunedi Nero di Trieste

Pubblichiamo una nota stampa di Luca Marsi, Vice-Segretario Partito Socialista – Federazione di Trieste Trieste, quarta città italiana per qualità della vita, all’avanguardia in molti settori è stato luogo di un doppio episodio di incidente sul...

Pubblichiamo una nota stampa di Luca Marsi, Vice-Segretario Partito Socialista - Federazione di Trieste

Trieste, quarta città italiana per qualità della vita, all'avanguardia in molti settori è stato luogo di un doppio episodio di incidente sul lavoro: al Palatrieste un ragazzo ventenne è morto lavorando per guadagnarsi i soldi per i suoi studi universitari, mentre ed in Stazione Marittima un altro operaio è in gravissime condizioni.

Se anche in una città con certe credenziali come quella giuliana succedono questi fatti, vuol dire che la situazione per le lavoratrici e i lavoratori e davvero drammatica, da bollino rosso per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro.

E' inaccettabile alle soglie del 2012 morire mentre si lavora per permettere alla propria famiglia di sopravvivere. Il tutto in un quadro tragico per i lavoratori, i cui diritti vengono progressivamente cancellati senza pietà. Il dramma delle morti sul lavoro si sta sottovalutando, oramai è chiaro.

Il sangue di tanti ragazzi, donne, uomini, continua a scorrere, giorno dopo giorno, nell'indifferenza di molti. Bisogna con forza rinnovare l'appello alle imprese: rispettate le norme di sicurezza per la tutela di tutti e soprattutto di preziose vite umane.

L'inaccettabile susseguirsi di terribili episodi come quelli odierni, laddove si vive e si lavora, impone l'accertamento rigoroso delle cause e delle responsabilità, e soprattutto l'impegno di tutti, poteri pubblici e soggetti privati, a tenere sempre alta la guardia sulle condizioni di sicurezza delle abitazioni e dei luoghi di lavoro con una costante azione di prevenzione e di vigilanza.

I corsi di formazione, elemento basilare per lo svolgimento corretto del proprio lavoro, devono essere svolti con la massima serietà e le aziende devono seguire quanto prescritto dalle leggi in materia di sicurezza sul lavoro.

Da esprimere massimo sdegno per quei utenti di Facebook che, invece di pensare ad un ragazzo di 20 anni deceduto, hanno ben pensato di scrivere come commento in calce alla notizia la loro preoccupazione per il rimborso dei biglietti: in questo caso, come recita il proverbio "un bel tacer non fu mai scritto".

Tutti i componenti della società civile, hanno l'obbligo morale di intervenire a sostegno di tutte le iniziative, per difendere la vita di tutti i lavoratori.

Infine, i socialisti triestini si stringono a fianco della famiglie a cui rivolgono i sentimenti più sinceri di solidarietà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento