menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Medici in pensione richiamati al lavoro, Riccardi: "Misura d'emergenza"

"Vista la carenza di personale c'è la possibilità di riconsiderare il numero chiuso alle facoltà di medicina. Si rischia di dover assumere medici dall'estero e, nel pieno rispetto degli altri paesi, la storia di questa nazione non può consentire questo”

Vista la carenza del personale sanitario in Regione si profila la possibilità di richiamare in servizio alcuni medici pensionati, come confermato oggi dall'assessore alla Salute e vicepresidente della Regione FVG Riccardo Riccardi. “Sicuramente una “misura tampone” - ha dichiarato Riccardi alla presentazione pubblica della nuova piattaforma SESAMO -, davanti alle emergenze ci vogliono soluzioni di emergenza. Non si può pensare di far funzionare questo tipo di servizi senza un'adeguata copertura di personale. Bisogna cambiare alcune regole: c'è il tema della disponibilità delle borse di studio e della capacità dell'Università di modificare alcune norme sugli esercizi della professione e c'è la possibilità di riconsiderare il numero chiuso alle facoltà di medicina. Si rischia di dover assumere medici dall'estero e, nel pieno rispetto degli altri paesi, la storia di questa nazione non può consentire questo”.

Concorsi vuoti

“La Regione – ha dichiarato poi l'assessore – ha già aumentato il numero delle borse di studio ma il problema è anche la capacità delle strutture universitarie di accogliere un maggior numero di medici. Ci sono regole che vanno modificate. Un'altra soluzione potrebbe essere anche quella di far partecipare ai concorsi anche gli studenti dell'ultimo anno di specializzazione: è preoccupante vedere che le strutture sanitarie bandiscono dei concorsi e la partecipazione è così limitata”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento