Immigrati accanto a scuola elementare, sindaco di Muggia: «Ho subito informato la popolazione»

La sindaco di Muggia Laura Marzi, in merito all'utilizzo della struttura "Casa Primavera", ex asilo delle Suore Canossiane ad Aquilinia, per accoglienza profughi

La sindaco di Muggia, Laura Marzi, immagine da TeleQuattro

Il sindaco di Muggia Laura Marzi, in una recente intervista all'emittente TeleQuattro, in merito alla disponibilità della Casa Primavera, la struttura dell'ex asilo delle Suore Canossiane di Aquilinia, ha ribadito di avere subito informato la popolazione, anche attraverso i canali dei social network non appena contattata dalla Prefetto.

Il 17 ottobre scorso infatti, la sindaco Marzi scriveva sulla sua pagina ufficiale di Facebook: «Nel tardo pomeriggio di oggi sono stata chiamata dal Prefetto dott.ssa Annapaola Porzio la quale mi ha avvisato che, per rispondere ad un'emergenza, e assolutamente in via temporanea, è stata costretta a reperire dei posti provvisori per accogliere un piccolo gruppo di richiedenti asilo. Le è stata offerta disponibilità da parte della parrocchia di Aquilinia che metterà a disposizione gli ambienti adiacenti alla chiesa. Il Prefetto Porzio ha tenuto a sottolineare che questa soluzione, proprio per la sua precarietà, vista l'inadeguatezza dei suddetti spazi, è una soluzione provvisoria che verrà utilizzata per un paio di giorni. Per evitare che si creino allarmismi ingiustificati e alla luce dell'impegno che ho preso con la popolazione di fornire tempestive informazioni, qualora ci siano delle novità, ho pensato che fosse bene dare questa comunicazione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In merito poi all'utilizzo della caserma del Lazzaretto a Muggia, Laura Marzi ha ribadito che «non sarà un centro di prima accoglienza, in questo momento il pensiero del Prefetto è quello di utilizzare quella caserma per accogliere possibilmente dei minori non accompagnati», aggiungendo poi che la scorsa estate «a Muggia un certo numero di richiedenti asilo ospitati da Ics, è stato impegnato in piccoli interventi di manutenzione insieme a una parte della popolazione muggesana. Si sono resi utili, facendolo in assoluta volontarietà e buona volontà»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus da 600 euro, anche il consigliere regionale Franco Mattiussi tra i beneficiari

  • Fotografa i bambini e poi scappa su un’auto blu: la segnalazione parte dal Carso

  • Rifiuta le sue avances e lui le sputa addosso: sconcerto in piazza Libertà

  • Notte di San Lorenzo, ecco i 5 posti più belli dove ammirare le stelle cadenti a Trieste

  • Covid-19: quattro nuovi casi in Fvg, salgono i ricoverati in terapia intensiva

  • Riammissioni a catena: Italia, Slovenia e Croazia si "passano" 30 migranti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento