menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migranti accanto a scuola, Polidori: «Per Pd nostri figli sicuri "in generale"? Se succede qualcosa a mia figlia...»

Il capogruppo della Lega nord in Consiglio comunale a Trieste, Paolo Polidori, in merito alle affermazioni della segratario del Partito democratico a trieste, Adele Pino

Il capogruppo della Lega Nord in Consiglio comunale di Trieste, Paolo Polidori, sull'uso della struttura di "Casa Primavera" ad Aquilinia e sulle parole della Segretaria del Partito democratico di Trieste Adele Pino.

Paolo Polidori in una nota stampa afferma: «Vorrei che vi soffermaste un secondo sull'ultima frase di Adele Pino: "Ci sono realtà educative e istituzionali che funzionano e all’interno delle quali i nostri bambini sono, in generale, al sicuro, e non vengono certamente lasciati soli". Orbene, premetto che ho contato fino a dieci, ma più volte, prima di rispondere, e riflettendo molto sul significato di quel "in generale", relativo alla sicurezza dei nostri figli; avendoci meditato sopra, posso dire che la Pino è persona intelligente e saggia, nonostante sia dirigente di un partito, il Pd, che fa dell'ipocrita accoglienza il suo business... pardon, il suo tema preferito; pertanto spero vivamente che la sua dichiarazione sia tutt'altro rispetto a quello che ho capito io!»

«Perché, se così non fosse, mi permetto di dire, dopo 24 ore di meditazione profonda, che se quel "in generale" significa che i nostri figli sono al sicuro, ma non al 100%, ebbene, se dovesse succedere qualcosa a mia figlia in quella restante  zona di sicurezza 100% meno qualcosa, dico ai vari prefetti, sindaci, parroci, e segretari di partito che il mondo intero sarebbe troppo piccolo per andare a nascondersi!!!»  

Intanto una petizione popolare è partita per dire «No alla sconsiderata e pericolosa accoglienza di decine di immigrati a 10 metri dalla scuola elementare Loreti e ad altrettanti dal palazzetto di Aquilinia, dove si allenano tante ragazze!», richiamata dallo stesso Polidori sulla sua pagina Facebook dove invita a firmare sotto il suo post con le parole: «Firma la petizione, scrivi qui o su Messenger se vuoi iscriverti al gruppo whatsapp per essere informato e per partecipare attivamente! La sicurezza dei nostri figli prima di tutto e tutti!!! Condividi questo post! Grazie di cuore, anche a nome di mia figlia!»      

In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Fedriga: "Non fossilizziamoci sul coprifuoco, riaprire in massima sicurezza"

  • Cronaca

    Appartamento "centrale di spaccio" in piazza Foraggi: arrestato 36enne

  • Cronaca

    Turismo: da metà maggio arriva il green pass per viaggiare in Italia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento