menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migranti, Fedriga a Serracchiani: «Vergognosa, compra l’accoglienza di falsi profughi». La replica: «Sbaglia, sono per nostri cittadini»

Scambio durissimo tra Massimiliano Fedriga, capogruppo della Lega Nord a Montecitorio e la Presidente della Regione Debora Serracchiani

Duro botta e risposta tra Massimiliano Fedriga, capogruppo della Lega Nord a Montecitorio e la Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani.

Le parole di Fedriga: «Serracchiani vergognosa compra l’accoglienza di falsi profughi. È una vergogna. La Serracchiani supera Renzi e dà ai piccoli comuni 2000 euro per ogni immigrato accolto. Non bastavano i 500 euro di Renzi, lei è riuscita a fare ancora peggio e invece di destinare risorse ai comuni che forniscono risposte concrete a disabili, anziani e cittadini in difficoltà, dà 2000 euro a chi prende immigrati clandestini. In pratica, essendosi resa conto che anche in Friuli Venezia Giulia si è superato ogni limite con strutture di accoglienza al collasso, cittadini esasperati, sicurezza ridotta allo zero, ha deciso di comprare l’accoglienza di altri falsi profughi per poter continuare lo scandaloso business dell’accoglienza».

Alle dichiarazioni di Massimiliano Fedrita non tarda ad arrivare la replica della Presidente Serracchiani: «La Regione assegna risorse ad alcuni piccoli Comuni perché vadano ai nostri cittadini, non per accogliere migranti come falsamente ripete‎ Fedriga. La sua è una miserevole speculazione».

«Le risorse assegnate ai Comuni - ha spiegato Serracchiani - non servono all'accoglienza ma devono essere utilizzate prioritariamente al fine di implementare politiche giovanili e della famiglia, compresi interventi per l'abbattimento dei costi dei servizi per l'infanzia e i giovani, esattamente come recita la legge e come Fedriga non può non sapere. Che quella di Fedriga sia una polemica becer‎amente strumentale - ha continuato Serracchiani - è subito chiaro quando si fanno i numeri: i Comuni coinvolti sono una decina, montani,  con una popolazione tra i 320 e 1050 abitanti, che accolgono in tutto non più di 250 migranti. Qui di scandaloso c'e' solo l'urlo di Fedriga‎ contro benefici di cui ‎godranno i nostri cittadini residenti».

Conclude infine Debora Serracchiani: «Ma probabilmente  il capogruppo leghista vive troppo a Roma per conoscere la regione dove i suoi capi gli hanno ordinato di candidarsi. Per essere utile si impegni a far cambiare idea ai quei presidenti di Regione di centrodestra che hanno chiesto di riaprire i flussi dei migranti economici. Fedriga vuole difendere il lavoro degli italiani oppure rimpolpare colonie di lavoratori extracomunitari? Vuole altri stranieri negli insediamenti industriali del Friuli Venezia Giulia?».      

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: in Fvg 90 nuovi casi, nessun decesso a Trieste

  • Cronaca

    Incendio in via Belpoggio: evacuato lo stabile

  • Cronaca

    Poliziotti uccisi in Questura, Meran dovrà restare in carcere

  • Cronaca

    Fvg Pride, Gorizia nega il patrocinio

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento