Politica

Migranti, Spitaleri: «Le favole di Roberti su imposizioni a Comuni»

«Vedremo cosa costerà di più ai cittadini: un'accoglienza diffusa sul territorio oppure una dozzina di centri blindati e sorvegliati da guardie armate divise su tre turni»

«Se la risposta alle esigenze dei comuni consiste in sempre più tagli, si conferma che la Lega mostra i denti ma non ha soluzioni vere». Così il segretario regionale del Pd Salvatore Spitaleri replica all'assessore regionale alle Autonomie locali e sicurezza, Pierpaolo Roberti, secondo cui quello effettuato «è solo il primo taglio ad un sistema che di soldi pubblici ne ha visti girare decisamente troppi».

«Roberti non inventi favole: la Regione - precisa Spitaleri - non ha mai imposto nulla a nessun Comune, ma ha voluto sostenere chi si faceva carico di un'accoglienza minima. Roberti forse non sa che è lo Stato attraverso le Prefetture a gestire i richiedenti asilo, ma lo imparerà presto».

«Quanto ai soldi dei contribuenti vedremo cosa costerà di più ai cittadini: un'accoglienza diffusa sul territorio oppure - conclude Spitaleri - una dozzina di centri blindati e sorvegliati da guardie armate divise su tre turni».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, Spitaleri: «Le favole di Roberti su imposizioni a Comuni»

TriestePrima è in caricamento