Migranti, Ziberna: «Bene il trasferimento di 75 richiedenti asilo da Gorizia ma non basta»

«Continuiamo a chiedere le modifiche degli accordi di Dublino 3 per impedire che chi si è già visto negare lo status di rifugiato non possa richiederlo in un paese diverso»

«Abbiamo ottenuto un primo risultato con il trasferimento di 75 richiedenti asilo ma non basta perché, se non saranno bloccati continueranno ad arrivare e ci ritroveremo sempre nella stessa situazione. Il governo deve impegnarsi a bloccare i flussi verso Gorizia». Il sindaco, Rodolfo Ziberna, è solo parzialmente soddisfatto per lo spostamento di parte dei profughi e chiede interventi più radicali.

«Domani invieremo un'altra lettera al ministro dell'Interno, Marco Minniti, ringraziandolo per averci, in parte ascoltati ma sollecitandolo a prendere altri provvedimenti. Ripetendo all'infinito che le persone che arrivano a Gorizia provengono non da paesi in guerra ma da altri stati europei che li hanno respinti, continuiamo a chiedere le modifiche degli accordi che vanno sotto il nome di Dublino 3 per impedire che chi si è già visto respingere la domanda per il riconoscimento dello status di rifugiato non possa presentarne un'altra in un paese diverso. In attesa che ciò avvenga il governo attivi altre tre commissioni in Fvg per accelerare le espulsioni e si sposti in altro comune quella presente a Gorizia. Insistiamo anche sul recupero di caserme dismesse lontane da centro abitati presenti in Friuli, operazione che consentirebbe di alleggerire il peso sulle città che ormai sono diventate ostaggio dei richiedenti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma il sindaco chiede chiarezza anche su altri aspetti. «Mi piacerebbe capire come mai tanti richiedenti arrivano a Tarvisio senza che qualcuno li fermi - attacca-, che fine hanno fatto le pattuglie miste? E come mai da Tarvisio arrivano tranquillamente a Gorizia quasi fossero invisibili? Perché non vengono rintracciati in Friuli? E' inaccettabile che dopo anni di richieste di interventi adeguati per bloccare l'ingresso di questi migranti ci si ritrovi addirittura in una situazione peggiore. Infine, trovo paradossale che si chieda all'Europa un'equa distribuzione dei richiedenti quando poi non si riesce ad attuare la stessa cosa in Italia concentrando masse incredibili di profughi negli stessi siti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale davanti al Red Baron: deceduta una ragazza di 22 anni

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • Il ricordo di Sara, vittima della strada a soli 22 anni: "Un'anima pura"

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • Nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi dopo le 18, stop alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento