Sabato, 18 Settembre 2021
Politica

Moria di Tartarughe in Alto Adriatico (oltre 300): Esclusi i Virus, si Continua a Indagare

Si pensa a un agente tossico nel mare tra il delta del Po e l'Istria Un bollettino allarmante quello della moria di tartarughe nell'alto Adriatico: il numero preciso di esemplari non è ben definito, ma si va dai 290 ai 390.

Si pensa a un agente tossico nel mare tra il delta del Po e l'Istria

Un bollettino allarmante quello della moria di tartarughe nell'alto Adriatico: il numero preciso di esemplari non è ben definito, ma si va dai 290 ai 390.

Oggi, dalle 16 alle 18 presso l'Aula Magna dell'ed. C11 Dip. di Chimica Università di Trieste, si terrà il primo di un ciclo di 3 incontri organizzati dall'Area marina protetta di Miramare sulle specie Natura 2000. Questo primo appuntamento sarà dedicato allo studio e conservazione delle tartarughe marine e alle azioni svolte per comprendere il fenomeno dei molteplici spiaggiamenti avvenuti in questi ultimi 2 mesi lungo il litorale di Grado e le spiagge romagnole.

I ricercatori hanno per ora escluso che si tratti di un virus e quindi il dito ora è puntato contro un agente tossico presente nel mare tra il delta del Po e l'Istria. Però non si conosce ancora quale sia in particolare e il rischio è quello di non scoprirlo mai visto che il ventaglio di opzioni è quasi infinito.

Inoltre le ricerche per ora sono sospese perchè le tartarughe sono migrate verso i mari del sud Adriatico e ritorneranno appena in estate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moria di Tartarughe in Alto Adriatico (oltre 300): Esclusi i Virus, si Continua a Indagare

TriestePrima è in caricamento