Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Motosoccorso 118, perplessità di Gabrielli (Lista Dipiazza): «Potrebbe incarnare un progetto di facciata»

La Prima commissione affronta il tema e si accende qualche scintilla all'interno della maggioranza. Porro (FdI) replica: «Quando si parla di vite umane, tutto il resto, costi compresi, passa in secondo piano»

Il progetto del motosoccorso-118 avviato in via sperimentale dall'Azienda sanitaria doveva concludersi lo scorso 30 settembre, ma alla luce dei buoni risultati ottenuti e all'apprezzamento riscontrato dal servizio, il direttore generale Nicola Delli Quadri ha deciso di proprogarlo fino al 31 dicembre. Questo nuovo servizio sperimentale è stato oggetto della Prima commissione di Antonio Lippolis (Lega nord) discutendo la mozione presentata da Piero Camber e Andrea Cavazzini (Fi) in cui si impegnano sindaco e Giunta «ad intercedere presso l’Azienda sanitaria al fine di rinnovare tale rilevante servizio alla cittadinanza per tutto il prossimo anno (2017, ndr)».

«Si tratta di un servizio che ha trovato un riscontro positivo, a fronte di un costo peraltro contenuto che viene parametrato ai chilometri percorsi -, ha spiegato Cavazzini -. Nei giorni di effettivo servizio, il moto-soccorso ha effettuato 32 interventi che hanno evitato l’invio sul posto di 13 ambulanze. Inoltre vengono ridotti in modo significativo i tempi di intervento e questa tempestività può salvare delle vite umane». Stando alle informazioni riportate dai presentatori della mozione, sembra che il servizio costi circa 400 euro al mese, pari al rimborso spese dei volontari dell'associazione convenzionata.

L'iniziativa è stata "sposata" da Manula Declich e Giovanni Russo (Fi), ma anche da Elena Danielis (M5S), mentre per Laura Famulari (Pd) «sarebbe utile un confronto con l’Azienda sanitaria, per capire e valutare le reali esigenze del servizio». Una posizione più critica è stata invece quella di Marco Gabrielli (Lista Dipiazza): «Esistano delle perplessità sul fronte dell’utilità del servizio che potrebbe anche incarnare un progetto di facciata e mascherare di conseguenza una serie di carenze interne al servizio sanitario». Affermazioni che hanno fatto infuriare Salvatore Porro (Fdi), dando vita ad una qualche sguardo perplesso degli altri consiglieri interni alla maggioranza: «Il servizio di moto-soccorso è utile alla cittadinanza e funziona bene. E questo fatto l'ho potuto verificare di persona nel corso di un intervento sul posto. Quando si parla di vite umane, tutto il resto, costi compresi, passa in secondo piano».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motosoccorso 118, perplessità di Gabrielli (Lista Dipiazza): «Potrebbe incarnare un progetto di facciata»

TriestePrima è in caricamento