rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Mozzi (pd - Consiglio Comunale): "ma un'Altra Trieste da che Parte sta ?"

Riceviamo da Anna Maria Mozzi consigliere comunale in seno al Pd e pubblichiamo:Mentre propone mozioni contro l'aumento degli affitti ATER, Bandelli è alleato della Lega che blocca tutti i concorsi per l'edilizia residenziale pubblica. Il gruppo...

Riceviamo da Anna Maria Mozzi consigliere comunale in seno al Pd e pubblichiamo:

Mentre propone mozioni contro l'aumento degli affitti ATER, Bandelli è alleato della Lega che blocca tutti i concorsi per l'edilizia residenziale pubblica.

Il gruppo del Partito Democratico al Comune di Trieste sta lavorando alle tematiche sul diritto alla casa.
Ha condiviso ieri in consiglio comunale la mozione proposta da Un'altra Trieste (e sottoscritta da tutti i gruppi tranne il PDL) che invita la Regione a non aumentare gli affitti per le case ATER, ma sta al contempo approfondendo le tematiche per dare una spinta alle politiche per il diritto alla casa, senza dimenticare il mercato privato degli affitti (che interessa ampie fasce di cittadini ed è caratterizzato da prezzi più alti e minor trasparenza.

Molte famiglie infatti stanno vivendo una situazione drammatica venutasi a creare proprio per l?accondiscendenza della Giunta Tondo alle politiche della Lega Nord:
il Bando ATER del 2010 è stato bloccato per l'incostituzionalità della precedente normativa. La scellerata legiferazione regionale in materia di accesso alle prestazioni sociali (LR. n. 16 del 30.11.2011), come è noto, fissa un termine di residenza di 24 mesi per poter accedere all'edilizia residenziale pubblica, in contrasto con i principi di uguaglianza stabiliti dalla Costituzione, tanto da comportarne l?impugnazione innanzi alla Corte Costituzionale da parte del Governo nazionale con delibera del 27.1.2012.

La portata palesemente discriminatoria della legge regionale improntata agli stilemi del ?welfare padano? ha portato alla paralisi l'ATER, che pertanto non riesce a varare il bando per l'assegnazione degli alloggi tanto atteso da parte di migliaia di cittadini..
Infatti nell'ultimo consiglio di amministrazione, tenutosi il 31.1.2012, l'ATER di Trieste avrebbe dovuto riaprire i termini del bando del 2010, ma non ha potuto farlo. Si è infatti in attesa di un chiaro indirizzo riparatore da parte della Regione FVG, che deve urgentemente risolvere le proprie contraddizioni politiche interne e depurare la norma dagli elementi di illegittimità che ne hanno causato l?impugnazione.


Il PD insiste intanto nel cercare vere soluzioni sulle politiche della casa; ci sono altre mozioni presentate sul tema presentate dalla consigliera Anna Maria Mozzi con cui si chiede una modifica alla LR n. 6/2003 (la legge reg. sugli ATER) affinché siano messi a norma - nei limiti di bilancio - gli alloggi comunali liberi per renderli assegnabili a famiglie bisognose.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mozzi (pd - Consiglio Comunale): "ma un'Altra Trieste da che Parte sta ?"

TriestePrima è in caricamento