menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Circo a Muggia, Romano (M5S): «Lottiamo per dare la precedenza a quelli senza animali»

«Questi spettacoli non fanno bene né agli essere umani né, tanto meno, agli animali»

«In questi giorni stiamo lavorando per regolamentare meglio i requisiti tecnici e le modalità per l’attendamento dei circhi a Muggia».
Il consigliere comunale del MoVimento 5 Stelle di Muggia Emanuele Romano ha presentato una proposta di modifica al Regolamento comunale per la tutela e il benessere degli animali.
«Nella nostra proposta - precisa Romano - abbiamo richiamato le direttive della commissione scientifica del Cites (Convention on International Trade in Endangered Species), che nel 2006 ha fornito le linee guida di indirizzo per il mantenimento degli animali nei circhi e nelle mostre itineranti. Inoltre vogliamo regolamentare le modalità per le richieste di attendamento di circhi con animali, garantire la priorità a quelli senza animali e prevedere il periodo nel quale possono essere installate le tensostrutture».

Lo scorso 3 maggio, durante la seduta della commissione comunale competente, la giunta Marzi ha espresso un parere contrario alla proposta del MoVimento 5 Stelle di Muggia, paventando il rischio di subire dei ricorsi al Tar.
«L’esecutivo della cittadina istroveneta ha citato i casi che hanno riguardato i tribunali amministrativi del Piemonte e del Friuli Venezia Giulia, ma le probabilità che un eventuale ricorso al Tar venga vinto sono minime - afferma il consigliere comunale del M5S -. Nel caso del Piemonte il ricorso è stato vinto perché legato alle linee guida Cites del 2000 e non a quelle del 2006, che sono molto più rigide nel definire quali animali siano incompatibili alla vita circense. Nel caso del Friuli Venenzia Giulia, invece, il ricorso è stato accettato perché il regolamento comunale tirato in ballo prevedeva l’impossibilità di impiegare qualsiasi tipo di animale. Un divieto - aggiunge Romano - che non può essere imposto da un regolamento comunale ma solo da un atto che abbia forza di legge».

«Mentre in Parlamento si continua a discutere sulla presenza degli animali nei circhi, casualmente - ricorda il pentastellato - proprio su questo argomento in questi giorni è stata approvata una norma in Consiglio regionale che estende su tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia il pieno rispetto delle linee guida Cites. Bene, accogliendo l’invito a collaborare manifestato dalla giunta Marzi, stiamo valutando di riscrivere la proposta per renderla ancora più aderente ai requisiti approvati in Consiglio regionale anche dalla maggioranza di centrosinistra e dall’esecutivo Serracchiani».
«Comunque continueremo a lottare per dare la precedenza agli spettacoli circensi senza animali. Siamo convinti - dice Romano in conclusione -  che Muggia non debba ospitare più di un circo all’anno. Come molti etologi e psicologi, crediamo infatti che questi spettacoli non facciano bene né agli essere umani né, tanto meno, agli animali». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Fedriga: "Non fossilizziamoci sul coprifuoco, riaprire in massima sicurezza"

  • Cronaca

    Appartamento "centrale di spaccio" in piazza Foraggi: arrestato 36enne

  • Cronaca

    Turismo: da metà maggio arriva il green pass per viaggiare in Italia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento