Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Nasce la Consulta Giovanile del Comune di Trieste

Grande soddisfazione ieri sera dell'assessore Grim (area educazione, scuola e università), per l'approvazione all'unanimità dello statuto della Consulta Giovanile del Comune di Trieste.Un percorso lungo che aveva coinvolto già la precedente...

Grande soddisfazione ieri sera dell'assessore Grim (area educazione, scuola e università), per l'approvazione all'unanimità dello statuto della Consulta Giovanile del Comune di Trieste.
Un percorso lungo che aveva coinvolto già la precedente amministrazione attraverso incontri con le realtà giovanili della nostra città, ma che non si era poi concretizzato come invece è successo ieri sera in Consiglio Comunale.
In sintesi, la Consulta (apartitica, multiculturale, aconfessionale, econogista e non lucrativa) serve a dare voce alle aspettative delle nuove generazioni ( età compresa tra i 15 ed i 25 anni ) ed è rappresentanza attiva della comunità giovanile di Trieste.
L'obiettivo prncipale è quello di coinvolgere i giovani della citta di Trieste, traducendo le loro necessità e i loro propositi in azioni concrete rivolte alla città.
Le finalità:

- sollecitare riflessioni sul concetto di cittadinanza attiva.
- promuovere azioni concrete di attuazione dei principi alla base della cittadinanza attiva.
- poter incidere in forme consultive nelle scelte della Giunta e del Consiglio Comunale, non solo in materia di politiche giovanili.

La consulta è rivolta a tutti i giovani, come dicevamo, di età compresa tra i i 15 ed i 25 anni ed a tutte le organizzazioni giovanili aventi finalità culturali e/o ricreative e a quelle realtà che si occupano prevalentemente del mondo giovanile (in possesso di alcuni requisiti minimi).
Non possono iscriversi associazioni partitiche ed i partiti stessi.
Ci sarà una Commissione Straordinaria che valuterà le domande d'ingresso dei nuovi membri (ancora non si conosce esattemente il meccanismo di fomazione di detta Commissione).

Ci saranno delle commissioni (Rapporti istituzionali, eventi, Tematiche di interesse sociale, Comunicazione)i e un'Assemblea generale convocata una volta al mese, dove si dibatteranno le idee e le proposte dei partecipanti, ed il voto sarà sottoposto al principio: " una testa un voto".

Partirà quanto prima la fase di sperimentazione della durata di un anno e non sono previsti gettoni di presenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce la Consulta Giovanile del Comune di Trieste

TriestePrima è in caricamento