rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

«No al tesserino identificativo. E anche le tariffe non dovevano essere aumentate»

Paolo Menis e Stefano Patuanelli, consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle: «Suscitano anche perplessità le modalità con le quali la Regione applica e calcola gli aumenti delle tariffe»

«Nei giorni scorsi Trieste Trasporti, la società che gestisce il trasporto pubblico locale nel capoluogo giuliano, ha comunicato la decisione di avvalersi della facoltà concessa dalla normativa regionale di obbligare i passeggeri dei bus che usano abbonamenti mensili a dotarsi di un tesserino identificativo emesso dalla stessa Trieste Trasporti. «È molto grave che Trieste Trasporti - dichiarano Paolo Menis e Stefano Patuanelli, portavoce M5S in Consiglio comunale -, nell’anno che dovrebbe segnare l’avvio della gestione unica regionale del trasporto pubblico locale, scelga di applicare ai cittadini che usano gli autobus un subdolo balzello di 5 euro dicendo che il tesserino identificativo avrà validità quinquennaleTrieste Trasporti sa già che vincerà il bando di gara per il trasporto pubblico locale dei prossimi anni? Oppure è una scommessa fatta sulla pelle degli utenti?».

M5S proporrà alle altre forze politiche una delibera urgente per chiedere a Trieste Trasporti di far fare marcia indietro sul tesserino e di attivare piuttosto altre forme di abbonamento previste dalla normativa (come per esempio gli abbonamenti mensili validi 3 o 5 giorni nell'arco della settimana) in grado di incentivare l’utilizzo del mezzo pubblico. «Nel frattempo - continuano Menis e Patuanelli - invitiamo i cittadini a non acquistare il tesserino identificativo».

«Suscitano anche perplessità le modalità con le quali la Regione applica e calcola gli aumenti delle tariffe. L’aumento viene arrotondato ai 5 centesimi. Quest’anno l’aumento è dell’1,2% per cui il biglietto a Trieste sarebbe dovuto passare da 1,30 a 1,3156. Logica vorrebbe che si arrotondasse all’importo più vicino e quindi non ci sarebbe dovuto essere alcun aumento. Invece no. E anche calcolando i vari aumenti a partire dal 2009 ed accumulandoli non si arriva a 1,35 che è il costo del biglietto per il 2015. Di fatto - concludono i portavoce M5S - l’aumento rispetto l’anno passato è del 3,85%».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«No al tesserino identificativo. E anche le tariffe non dovevano essere aumentate»

TriestePrima è in caricamento