Politica

No alle bici nelle aree Pedonali, Menis: «Città priva di piste ciclabili: il pericolo si sposta in strada»

Il capogruppo pentastellato: «Per la Lega Nord locale il pericolo maggiore sono invece i ciclisti nelle zone pedonali e quindi pensa bene non di sanzionare gli indisciplinati ma di vietare a tutti la circolazione»

Sull'ipotesi di vietare le aree pedonali ai ciclisti il sella alle biciclette (spinte a mano sarebbe consentito) proposta dalla Lega Nord in una mozione di Antonio Lippolis, anche il Movimento 5 stelle con il suo capogruppo Paolo Menis fanno sentire il proprio dissenso: «A Trieste in media viene investita una persona ogni due giorni. Credo che la quasi totalità degli investimenti siano causati da automobili e motoveicoli. Mai mi sognerei di vietare la circolazione di veicoli a motore per diminuire il numero degli incidenti e degli investimenti ma penserei a misure per ridurre la velocità e per sanzionare chi non rispetta il codice della strada. Per la Lega Nord locale il pericolo maggiore sono invece i ciclisti nelle zone pedonali e quindi pensa bene non di sanzionare gli indisciplinati ma di vietare a tutti la circolazione».

«Che in una città priva praticamente di piste e corsie ciclabili avrà l'effetto di spostare su strade poco sicure i ciclisti urbani. ChiaroNo?», conclude Menis. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alle bici nelle aree Pedonali, Menis: «Città priva di piste ciclabili: il pericolo si sposta in strada»

TriestePrima è in caricamento